“In questi giorni abbiamo avuto modo di leggere e di ascoltare vari interventi in merito alla necessaria e non più rinviabile riforma dell’Ippica nazionale che versa ormai da anni, dopo la chiusura dell’Unire, in una crisi gravissima. Il Ministro Patuanelli ed il Sottosegretario Battistoni insieme a tutti i vertici ministeriali stanno portando avanti un grande lavoro per la salvezza ed il rilancio dell’Ippica nazione, con un costante e costruttivo confronto con tutte le associazioni rappresentative della filiera, che già aveva avviato l’ex Sottosegretario L’Abbate che recentemente ha illustrato la sua proposta di riforma e con il quale abbiamo avuto modo di confrontarci più volte. Queste associazioni confermano quanto sostenuto in tutte le sedi istituzionali e cioè che è necessario che venga istituita una Agenzia dedicata all’ippica, sul modello ex Unire, sotto il controllo del Mipaaf del Mef e del Ministero dello Sport perché l’ippica è da sempre Agricoltura e Sport”. Così in una nota Attilio D’Alesio (Coordinamento Ippodromi) e Alessandro Arletti (ANI).

“Ci fa particolarmente piacere che in Commissione Agricoltura sia all’esame un disegno di Legge che va proprio in questa direzione, come ci ha illustrato il Senatore La Pietra nel Convegno di Pisa, ed in attesa di questa riforma condividiamo molto la volontà di istituire la Direzione Generale dell’Ippica sulla quale sta lavorando il Senatore Battistoni e che e’ presente anche nel Decreto milleproroghe.

Direzione dell’Ippica, pagamento dei premi affidato alle società di corse, riflessione sulle scommesse ippiche, vendita all’estero del segnale televisivo come da decreto del 25 gennaio u.s.: questi sono i temi sui quali sta lavorando il Ministero e che potrebbero essere i primi passi per poi giungere ad una profonda riforma. Queste associazioni sono pronte a dare tutto il proprio contributo, insieme a tutte le altre associazioni, per raggiungere questi obiettivi ed hanno già richiesto una audizione anche alle Commissioni Parlamentari. Cogliamo l’occasione per ringraziare il ministro Patuanelli, il Sen. Battistoni, l’on. L’Abbate ed i tanti Parlamentari che in questi mesi si sono occupati di ippica e del suo rilancio.

Ricordiamo infine una frase bellissima di Mark Twain: ‘Non è bello che tutti si debba pensare allo stesso modo, e’ la differenza delle opinioni che rende possibili le corse dei cavalli'”, conclude la nota.