“Giusto l’appello rivolto oggi dal Presidente dell’Abi, Antonio Patuelli, alle autorità europee ed italiane circa l’urgenza dell’avvio di una riflessione sulla proroga di misure di finanza straordinaria, come la moratoria per i prestiti bancari. Anche noi ne segnaliamo da tempo la necessità in considerazione dell’impatto profondo e persistente dell’emergenza COVID-19: un impatto particolarmente gravoso per l’area del terziario di mercato”: così il Presidente di Confcommercio, Carlo Sangalli (nella foto), sulle odierne dichiarazioni del Presidente Patuelli.

“Riteniamo inoltre – prosegue il Presidente di Confcommercio – che la proroga della moratoria non dovrebbe penalizzare la classe di merito creditizio delle imprese e che, in una prospettiva di più ampio respiro, andrebbero messe in campo misure per favorire una rimodulazione dei prestiti alla cessazione delle sospensioni previste dalla moratoria”.