“Il rinvio previsto per la lotteria degli scontrini è insufficiente in quanto, ad oggi, un’ampia platea di operatori economici – anche a causa delle restrizioni e delle chiusure imposte dall’emergenza sanitaria in corso – non ha potuto procedere all’aggiornamento dei registratori telematici per consentire la partecipazione dei consumatori alla nuova attività. Ed è un problema che si riscontra in maniera diffusa anche in provincia di Ragusa. Un problema di cui, assieme a tutto quello che sta accadendo sul territorio nazionale, si deve tenere conto nella maniera più obiettiva possibile”.

E’ quanto afferma il presidente provinciale Confcommercio Ragusa, Gianluca Manenti, dopo essere stato informato, in questa direzione, da Enrico Postacchini incaricato Commercio e Città di Confcommercio nazionale, il quale, tra l’altro, si è reso protagonista di un’audizione alla Camera sul Dl Milleproroghe. “Secondo la nostra associazione di categoria, sulla scorta di quanto abbiamo avuto modo di appurare tra i nostri iscritti – continua Manenti – si rende necessario un ulteriore rinvio secondo la tempistica tecnicamente necessaria per l’adeguamento del parco registratori. Infatti, se così non fosse, cioè senza un ulteriore rinvio, si avrebbe una partenza parziale della lotteria che genererebbe rilevanti disservizi e disagi – tanto per i consumatori quanto per gli operatori commerciali – e distorsioni della concorrenza che andrebbero a colpire, soprattutto, le imprese di minori dimensioni”.