“Ogni cancellazione d’imposta è benvenuta. Tanto più se, come nel caso dell’Irap, si tratta di un’imposta la cui base imponibile, ormai quasi completamente depurata della componente costo del lavoro, ricomprende però tanto gli interessi passivi, quanto gli utili. Ma questo intervento non potrebbe certo essere sostitutivo di indennizzi e contributi a fondo perduto a titolo di ristoro delle cadute di fatturato e ricavi causate dall’emergenza Covid-19. Anche perché le imprese più piccole, per le quali già vige un regime di parziale franchigia Irap, ne avrebbero ben poco beneficio”.

Così Confcommercio sulla proposta di abolire l’Irap avanzata dal presidente designato di Confindustria, Carlo Bonomi.