“I pubblici esercizi che dispongono di calciobalilla e ping pong non vanno sottoposti a nuovi obblighi burocratici in quanto si tratta di giochi che notoriamente non prevedono vincite in denaro”. A chiederlo è CNA Turismo e Commercio. “Questi nuovi obblighi…

Per leggere questo articolo

Accedi o registrati

Articolo precedenteLa norma ‘salva-calciobalilla’ nel decreto PNRR 2 che il Senato voterà a breve
Articolo successivoCamera, FdI: “Sui biliardini un nuovo e assurdo adempimento burocratico, presentata interrogazione al Mef”