«Non sono molto incline ai ringraziamenti verso la pubblica amministrazione, penso sempre che ognuno debba fare il proprio lavoro al meglio, ma oggi mi sento come uomo, presidente del C.N.I. e membro del comitato di presidenza della CONFEDERAZIONE GIOCARE ITALIA, di ringraziare l’onorevole MASSIMO UNGARO di ITALIA VIVA per il magistrale lavoro svolto in commissione finanza al governo.

L’onorevole UNGARO – scrive Gianmaria Chiodo – si è battuto già per il settore del gioco lecito nella prima fase della pandemia combattendo per far inserire i codici ateco mancanti che non avrebbero ricevuto ristori, ma soprattutto assieme al suo presidente di partito  e vicepresidente alla Camera ETTORE ROSATO hanno finalmente preso una posizione chiara nei confronti del gioco lecito ridando la dignità che ai lavoratori di tale settore per troppi anni si son visti negare.

MASSIMO UNGARO persona di grandissima professionalità, educazione e di squisita disponibilità è tra i principali artefici della cancellazione dei codici ateco nel decreto sostegni equiparando qualunque partita iva di ogni settore, per capire le criticità del comparto  relazionandosi spesso con il presidente della CONFEDERAZIONE GIOCARE ITALIA  PASQUALE CHIACCHIO  e con me che rappresentiamo “quelli che alzano la serranda” ovvero il reale tessuto sociale economico LE PICCOLE MEDIE IMPRESE, dimostra la un vero interesse nel benessere del nostro settore.

Quindi mi pare doveroso ringraziare L’ONOREVOLE  MASSIMO UNGARO  per la sincera dedizione al proprio lavoro e per aver restituito la dignità che meritano i tanti lavoratori di un comparto troppo spesso demonizzato.

Un sincero GRAZIE».