“Stamattina come Presidente della Confederazione GiocareItalia, con Gianmaria Chiodo (del Comitato di Presidenza di GiocareItalia), abbiamo incontrato in Senato il senatore Pittella (capogruppo PD Commissione Finanze e vice presidente gruppo PD)” fa sapere Pasquale Chiacchio, presidente di GiocareItalia.

“Un grande grazie al senatore Pittella per la cordialità e la disponibilità manifestata, un grande grazie mio personale all’avv. Emilio Di Marzio. Abbiamo portato all’attenzione del senatore un documento nel quale evidenziamo la grande sofferenza dell’intero settore dei giochi legali (chiusi al momento per oltre 8 mesi) con il rischio fallimento di tante piccole e medie imprese e la perdita di decine di migliaia di posti di lavoro! Questa chiusura lunghissima sta consegnando il mercato dei giochi legali nelle mani della criminalità organizzata. Abbiamo chiesto una riapertura del settore appena le infezioni (speriamo prestissimo) del Covid-19 miglioreranno. Abbiamo sollecitato il riconoscimento economico del primo e secondo decreto ristori per le tante aziende che sono ancora in attesa di riceverli, abbiamo chiesto una cassa integrazione rapidissima anche per le quote arretrate! Abbiamo chiesto la congruità e la rapidità del decreto sostegno (che dovrebbe essere approvato il prima possibile). Abbiamo ottenuto già un importante successo con l’abolizione di tutti i codici Ateco! Abbiamo evidenziato il Gravissimo problema delle banche che sta perseguitando l’intero settore dei giochi legali! Abbiamo chiesto una moratoria per tutti i regolamenti regionali per almeno 18 mesi”, conclude Chiacchio.