sanremo casinò

Revocato lo sciopero dei lavoratori del Casinò di Sanremo, dopo due settimane di proteste. La decisione è arrivata dopo due ore di assemblea. Circa 80 elementi, oltre ai pochi aderenti alla Ugl che già sabato scorsoa avevano interrotto lo stato di agitazione, ritorneranno a lavorare, sicuramente fino a lunedì prossimo 15 novembre. In quella data, secondo delle rassicurazioni che la Casinò Spa avrebbe fornito ieri sera durante il confronto tra sindacati (Cgil, Cisl, Snalc e Uil) e Cda della Casa da Gioco, il tavolo della roulette francese dovrebbe riaprire anche nei pomeriggi feriali. Lo riporta riviera24.it.

Resta, tuttavia, lo stato di agitazione e l’accordo dovrà essere formalizzato, entro lunedì prossimo, altrimenti c’è il rischio di un nuovo sciopero.

“Per senso di responsabilità, nonostante non abbiamo avuto un minimo sentore di un piano strategico a medio-lungo termine, abbiamo deciso di rientrare al lavoro – è scritto in una nota sindacale -. L’assemblea ha rilevato che la progettualità aziendale non corrisponda alle esigenze del Casinò di Sanremo e chiede a gran voce il ripristino dell’organico dei vari comparti al fine di garantire la sicurezza di chi vi opera e il ripristino delle norme contrattuali che da tempo sono disattese”. L’azienda aveva deciso di chiudere i tavoli verdi, dal lunedì al giovedì, in un’ottica di razionalizzazione dei costi, alla luce dei pochi clienti del periodo autunnale. In poche ore, dunque, è stato trovato un accordo, che in due settimane di sciopero ha visto saltare due gala e un torno di poker.