“L’Accordo di collaborazione tra Regione e Confcommercio firmato oggi in Toscana delinea una strategia integrata per la regolazione del gioco legale e soprattutto per la prevenzione e il contrasto del gioco illegale, da un lato e del disturbo da gioco, dall’altro; costituisce con ciò un riferimento di assoluto rilievo anche nazionale per una corretta gestione istituzionale di questa materia”, commenta Emmanuele Cangianelli, presidente di EGP FIPE, l’accordo sottoscritto oggi presso la sede della Regione Toscana.

Confcommercio Toscana, con la efficace azione della sua struttura e la guida del Presidente Aldo Cursano hanno affermato con il lavoro messo in campo per questo accordo il ruolo essenziale degli esercenti e dei loro collaboratori nella prevenzione delle dipendenze, in stretto contatto con le istituzioni competenti ed in un quadro certo di legalità.

Come abbiamo ribadito recentemente anche nel confronto con la Regione Lazio, le imprese ed i lavoratori del settore sono una risorsa; questo accordo lo certifica, inserendo ad esempio la partecipazione ai corsi nel Repertorio Regionale dei Profili professionali. Ringraziamo la Giunta Toscana e la struttura di Confcommercio per questo importante lavoro, al quale contribuiremo operativamente fin dalle prossime settimane”, conclude il presidente di EGP FIPE.

Articolo precedenteGiani (Toscana): “Protocollo Regione/Confcommercio su contrasto gioco d’azzardo è un esempio da seguire, primo nel suo genere”
Articolo successivoCursano (Confcommercio Toscana): “Accordo Regione/Confcommercio su contrasto al gioco d’azzardo conferma l’importanza degli esercenti nella difesa del gioco legale e tutela del consumatore”