“E’ necessario porre sempre più attenzione alle questioni che riguardano il gioco d’azzardo patologico, (ludopatia) evidenziato in modo particolare tra gli anziani, per contrastarne la diffusione e limitando l’utilizzo delle apparecchiature attraverso un severo controllo e il riutilizzo dei beni confiscati alla criminalità organizzata per destinarli all’utilizzo di scopi sociali e luoghi di aggregazione sociale”. Così in una nota i sindacati pensionati Spi Cgil, Fnp Cisl e Uilp Uil Brescia.