L’associazione delle Sale Bingo guidata dal presidente Salvatore Barbieri ha riscosso un altro importante successo per la categoria. Il Consiglio di Stato ha concesso la sospensiva del provvedimento che imponeva, anche nei mesi di confinamento COVID, il pagamento del canone di proroga delle concessioni in misura piena.

L’associazione, rappresentata dagli avvocati Matilde Tariciotti e Luca Giacobbe, ha ottenuto il riconoscimento dell’istanza cautelare. Il canone concessorio dovuto dalle società del Bingo torna quindi a regime ridotto, ossia 2.800 euro invece di 7.500 euro, fino all’udienza pubblica per la decisione definitiva che è stata fissata per il giorno 20 settembre 2022.

“Ritenuto che, nei limiti della cognizione cautelare, – scrive il Giudice – possono essere favorevolmente apprezzate le prospettazioni difensive articolate dalla parte appellante, anche avuto riguardo alla possibilità di adire in via pregiudiziale le Corti superiori, costituzionale ed europea.
Considerato, inoltre, che, nel bilanciamento dei contrapposti interessi, appare allo stato prevalente quello volto al mantenimento della res adhuc integra fino alla decisione definitiva della causa nel merito, avuto riguardo all’entità delle polizze fideiussorie da escutere e delle somme di denaro da recuperare. Le spese della fase cautelare sono compensate”.