La vita è più dolce senza azzardo. Oppure, per dirla in altre parole, l’azzardo non addolcisce la vita. Sono questi i due slogan che i clienti del Bar Giardino di Buguggiate troveranno stampati sulle bustine di zucchero a lato del caffè anche il giorno della festa della donna.

“Sono sempre più numerose infatti le donne di tutte le età e ceto sociale che tentano la fortuna con un Gratta e Vinci o giocando qualche numero al lotto, o praticando qualcuno dei numerosi giochi d’azzardo presenti ovunque, nella speranza di cambiare la loro vita: in meglio, ovviamente…” segnala la dr.ssa Daniela Capitanucci, portavoce dell’Associazione AND-Azzardo e Nuove Dipendenze. “Ma, come recita l’efficace slogan creato dagli studenti della scuola “Pozzi” lo scorso anno, con il gioco d’azzardo vinci … un mare di guai!”. Ed è una sirena che lo ve dice…. dalla locandina predisposta appositamente per questa giornata.

Non va nemmeno dimenticato che le donne sono anche frequentemente vittime di gioco d’azzardo passivo, perché affrontano le conseguenze negative derivanti da un congiunto che gioca in modo eccessivo e che genera una serie di danni sul piano economico, ma anche emotivo, relazionale, e nel complessivo benessere di tutti.

L’invito a chiunque viva personalmente o di riflesso disagi legati al gioco d’azzardo è quello di cogliere l’occasione di questa giornata di festa per voltare pagina, chiedendo aiuto allo sportello di ascolto e orientamento dell’Associazione AND-Azzardo e Nuove Dipendenze, contattabile al numero 339-3674668.

“Il Comune di Buguggiate insieme ad AND, in rete con tutti gli altri Enti aderenti al Coordinamento Contro l’Overdose da Gioco d’Azzardo (Capofila: Samarate), coinvolgendo anche esercizi commerciali del territorio nei quali sono offerti giochi d’azzardo” puntualizza Cristina Galimberti, Sindaco di Buguggiate “proseguono con questa azione la campagna di sensibilizzazione sulla dipendenza da gioco d’azzardo, quest’anno centrata sul far riflettere sull’impatto negativo del gioco d’azzardo, che danneggia relazioni e affetti, oltre a causare perdite di tempo e di denaro”.