Riprende l’appuntamento con la formazione, rivolta ai titolari e preposti delle sale da gioco, resa obbligatoria dall’entrata in vigore della legge regionale n. 5/2013, per il contrasto e la prevenzione del Gap.

La proposta formativa di As.Tro è strutturata in moduli didattici orientati all’acquisizione di nozioni specifiche per gli operatori, con l’obiettivo di far conoscere le regole che disciplinano il settore del gioco legale e fornire strumenti idonei a riconoscere ed intervenire sui fenomeni comportamentali a rischio Gap.

Si cercherà, in particolare, di offrire un bagaglio di conoscenze multidisciplinari che, partendo da regole squisitamente tecniche e normative, arrivi a parlare concretamente di gioco, di regole e di situazioni che potrebbero capitare quotidianamente nei locali e di come affrontarle.

Un percorso formativo capace di far comprendere agli operatori di gioco l’importanza del proprio lavoro per operare diligentemente sul Territorio avendo, poi, le giuste capacità e conoscenze per gestire la delicatezza del prodotto distribuito: solo così si può infatti creare un punto di gioco ‘formato’, che contribuisca a diffondere la cultura della prevenzione e del gioco responsabile di cui As.Tro, da sempre, si fa portavoce.

Il prossimo appuntamento in Regione Emilia-Romagna è previsto per domani 21 ottobre, con la formazione a distanza del modulo giuridico tenuto dall’avv. Isabella Rusciano del Centro Studi Astro in collegamento con la sede Formart di Castel Maggiore (Bologna).