L’avvocato Filippo Boccioletti (nella foto) diventa membro del Centro Studi As.tro, l’associazione degli operatori del gioco lecito. “Da diversi anni collaboro con il Presidente Massimiliano Pucci. Ci siamo conosciuti in occasione dell’emanazione della Legge regionale dell’Emilia Romagna sul gioco e successivamente sono intervenuto a nome dell’associazione in diverse udienze al Tar e al Consiglio di Stato”, sottolinea Boccioletti. “Ho partecipato anche a diversi incontri in Regione e con alcuni Comuni interessati da regolamenti che disciplinano il gioco legale sul territorio per sostenere e difendere le istanze degli operatori di settore che, ad oggi, ancora non hanno vinto la loro battaglia a causa del perdurare della chiusura delle attività. Ho anche un prezioso rapporto di collaborazione con gli uffici per l’aggiornamento normativo e giurisprudenziale e curo personalmente una rubrica sul sito in cui mi dedico a spiegare le novità in tema legale riguardanti l’industria”, aggiunge.

Laureato con lode all’Università degli Studi di Bologna con tesi in diritto amministrativo, è avvocato del Foro di Bologna dal 2004, abilitato al patrocinio difensivo innanzi alla Corte di Cassazione, al Consiglio di Stato, a tutte le giurisdizioni superiori. Cultore di Diritto Pubblico con delibera dell’Università di Bologna, fin dall’immediato post laurea ha svolto attività di Assistente presso la cattedra di diritto amministrativo e di diritto dell’ambiente, effettuando, altresì, attività di ricerca, formazione e docenza in tali materie. All’inizio del 2006 ha costituito a Bologna lo Studio Legale Boccioletti Pescerelli, che assiste sia imprese che privati, nonché enti pubblici, in attività di consulenza e contenziosa nel settore del diritto amministrativo, del diritto sanitario e degli appalti, davanti al Tribunale Amministrativo Regionale ed al Consiglio di Stato, della responsabilità amministrativa e contabile, avanti la Corte dei Conti, nonché avanti all’Autorità Giudiziaria Ordinaria nel settore del diritto civile e del lavoro. Come esperto nella materia del diritto pubblico presta la propria opera professionale a favore di titolari di concessioni pubbliche nel settore del gioco, operatori e imprese, quotate e non, su tutto il territorio nazionale.