Questa settimana si è svolta l’Assemblea Generale della  Federazione Europea dei Giochi e dei Divertimenti (EUROMAT). L’incontro si è svolto da remoto, in videoconferenza.

Nel corso del meeting, diviso in due sessioni di lavoro, sono state discussi vari punti. Oltre a riesaminare l’attività di EUROMAT durante l’anno, la posizione della associazione sulle questioni relative al riciclaggio di denaro e altre importanti questioni da osservare come il piano di risanamento dell’UE o le problematiche relative alla protezione dei dati.

Gran parte dell’incontro è stato incentrato sulla crisi del COVID-19 e sulle risposte fornite da EUROMAT a livello europeo riguardo alla pandemia. Durante questo periodo EUROMAT ha sviluppato un’intensa attività, fornendo aggiornamenti sui piani di uscita degli Stati membri e sulle misure applicabili ai luoghi dopo la riapertura, predisponendo un position paper sulla riapertura. EUROMAT si è confrontata sulla strategia del L’UE in termini di misure di contenimento e inviato lettere ai responsabili politici (Commissione europea e GREF) che richiedono supporto per l’industria di settore. (nella foto il presidente di EUROMAT- Jason Frost)