“‘Rinasce l’Italia. I comuni al centro della nuova stagione’ è il titolo della XXXVIII Assemblea di ANCI che si sta svolgendo in queste ore a Parma. Sindaci, amministratori locali da ogni parte d’Italia e anche la nostra associazione si stanno ritrovando per discutere, confrontarsi e condividere idee e progetti. I lavori coordinati dal Presidente del Consiglio Nazionale dell’ANCI Enzo Bianco, hanno visto tra gli altri la relazione del Presidente dell’ANCI e sindaco di Bari, Antonio Decaro: ‘Siamo una comunità all’interno della quale, però, mancano tutti i sindaci e gli amministratori che il Covid-19 ha portato via. In questi anni abbiamo avuto paura, abbiamo temuto di non trovare più la nostra gente, ma siamo ancora a dare valore a momenti come questo che ci danno il senso di quello che possiamo fare. Quella di quest’anno – ha continuato Decaro – è un’assemblea speciale perché normale. Siamo un popolo che non si arrende e che rinasce: i comuni sono al centro di una nuova stagione di cambiamento. Tutti siamo chiamati a riprogettare l’Italia’. Le parole del Sindaco Decaro devono farci riflettere: la ripartenza, di cui il primo cittadino parla, deve riguardare tutti i settori economici, compreso il nostro, pesantemente dilaniato dalle conseguenze economiche del Covid e dalle scelte del Governo che ci hanno danneggiato. La nostra ripartenza sarà più difficile in quanto siamo stati l’ultimo comparto a ripartire”. Così in una nota Sapar.

“All’Assemblea ha preso parte anche il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, il più atteso dalla platea. Queste le sue parole: ‘Il tempo di responsabilità non è ancora concluso, ma finalmente abbiamo riconquistato gli spazi di normalità. Le istituzioni comunali stanno accompagnando imprese e famiglie nella ripartenza con nuove linee di fatture che sono comparse. Il piano nazionale è un’opportunità per il cambiamento del Paese: è una sfida difficile che ci spinge a ripensare ai modelli di vita. Davanti a noi si presenta una stagione di grandi prospettive e di decisioni impegnative'”.