“Si conclude oggi la XXXVIII Assemblea annuale di ANCI “Rinasce l’Italia. I Comuni al centro della nuova stagione” dove sindaci, amministratori locali da ogni parte d’Italia e anche la nostra associazione si sono ritrovati per discutere, confrontarsi e condividere esperienze, progetti e idee. Questa mattina abbiamo ascoltato con molta attenzione il discorso del ministro della Salute, Roberto Speranza, che ha sottolineato quanto sia stato fatto finora per combattere la pandemia da Covid-19 e gli obiettivi futuri: ‘Bisogna mettere al centro il territorio – ha spiegato il ministro –, abbiamo bisogno di investimenti e di servizi al massimo livello di prossimità. Dobbiamo puntare sull’assistenza domiciliare, cercando di diventare il primo Paese d’Europa, e sulle case di comunità dove c’è sia assistenza sanitaria che sociale. Questa sfida al Covid, come si può vedere dai dati degli altri Paesi, non è ancora finita. Dobbiamo insistere con i richiami e convincere la gente a vaccinarsi. Abbiamo di fronte a noi una doppia sfida: contrastare il Covid e mettere in campo un disegno di riforme. Dobbiamo essere in grado di trasformare la crisi in cui siamo stati in opportunità. Per fare questo serve un grande ‘patto Paese’ attraverso la cooperazione tra le Istituzioni’.

Inevitabilmente il Covid-19 ha segnato anche il nostro settore e ora, con le sale finalmente riaperte, siamo pronti a ripartire fiduciosi sempre prestando la massima attenzione alle misure di sicurezza per la tranquillità di gestori e giocatori. Da questo punto di vista, come associazione di categoria, ci siamo sempre schierati in favore del green pass, pur di riaprire le sale e far ritornare il comparto in attività. La sfida al Covid-19 non è finita, ma siamo pronti a continuare a fare la nostra parte al fianco delle Istituzioni”.

Così in una nota Sapar, che prosegue: “Ci sono stati momenti di confronto importanti: la nostra associazione ha potuto spiegare i problemi e le necessità delle 5mila piccole e medie imprese italiane anche all’indomani dell’emergenza Covid-19. Appuntamenti annuali come questo sono fondamentali per rafforzare i rapporti con le Istituzioni comunali, regionali e nazionali, per rappresentare al meglio il nostro settore e per cogliere spunti importanti per la crescita delle nostre imprese. In attesa dell’edizione 2022, l’assemblea ANCI si è confermata anche quest’anno un proficuo luogo di confronto”.