L’associazione si è dotata di una nuova struttura organica, per il presidio del territorio: ogni Regione sarà monitorata da un Responsabile regionale, che fa parte del Consiglio Direttivo As.Tro. Il coordinamento e la gestione delle questioni territoriali saranno affidate al dott. Claudio Bianchella, Responsabile Nazionale per il Territorio e al dott. Pietro Ferrara, Portavoce dell’associazione.

La nuova struttura avrà un ruolo fondamentale, vista la grande attenzione che in questi ultimi anni il settore subisce in numerosi dibattiti di natura politica e sociale, che stanno generando forti pressioni, sia a livello nazionale che locale, per rivedere la normativa in materia e, considerato anche che il gioco deve sicuramente essere regolamentato e controllato, ma che oggi vige un grande disordine a livello locale in materia di gioco lecito.

Il Delegato Regionale avrà il compito di informare il Responsabile Nazionale su situazioni meritevoli di segnalazione, attraverso un monitoraggio delle vicende territoriali che possano far prevedere situazioni da tenere sotto controllo. Il Responsabile Nazionale, a sua volta, fornirà un parere sulle strategie da adottare e, qualora lo ritenesse opportuno, richiederà un’audizione alle amministrazioni locali competenti, con l’obiettivo di fornire informazioni sul comparto del gioco con vincita in denaro agli enti locali e alle forze di polizia che sono chiamate a regolamentare e/o controllare l’offerta di gioco pubblico sul territorio.

Il Consigliere delegato regionale potrà, inoltre, proporre alle Amministrazioni Locali ed alle Forze di Polizia di organizzare e realizzare dei corsi di informazione che l’associazione ha realizzato e realizza nelle Marche, in Lombardia e in Emilia Romagna, dal 2018. L’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli ha riconosciuto già da tempo la validità di tali corsi.

Con questi incontri As.Tro si propone di fornire informazioni sul comparto, a conferma anche della volontà della filiera del gioco lecito di affiancare le istituzioni locali in quello che deve per forza essere un percorso comune, finalizzato ad evitare l’espandersi del gioco illegale, del gioco patologico e dell’offerta di gioco ai minori.

Il Dott. Bianchella, insieme a funzionari dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, nel corso degli incontri effettua una panoramica su tutta l’offerta di gioco pubblico (lotto, lotterie, gratta e vinci, superenalotto, bingo, etc) per poi focalizzare l’attenzione sulle New Slot, sulle Videolottery e sulle Agenzie di scommesse fino a concludere con una veloce carrellata sulle principali tipologie di gioco irregolari presenti nel mercato. Particolare attenzione è dedicata al ruolo chiave dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli e alla presentazione del sito internet dell’Agenzia, che costituisce uno strumento indispensabile per tutti gli operatori del settore, per le istituzioni, per gli enti locali nonché per le forze di polizia chiamate a fare i controlli