Formazione e prevenzione al posto di proibizionismo e limitazioni orarie: questa la formula proposta da As.Tro, nel lungo e costruttivo confronto avuto oggi con il Comune di Alassio, uno dei centri più rinomati del turismo ligure.

Questa mattina, nell’ambito di un incontro tra l’assessore al Commercio Fabio Macheda ed il responsabile As.Tro per la Regione Liguria, Raffaele Fasuolo, sono stati definiti tempi e modalità per l’istituzione dello sportello sanitario per la lotta alla dipendenza da Gap, uno dei risultati più significativi del dialogo fra l’associazione e l’amministrazione comunale.

“A breve vedrà la luce il documento ufficiale per il lancio dell’iniziativa – ha dichiarato Fasuolo a margine dell’incontro – la pubblicazione del quale è prevista entro la fine dell’anno, con lo sportello operativo all’inizio del 2020. Presso il Comune, opereranno medici destinati all’ascolto dei soggetti con problemi di dipendenza e la funzione del personale sanitario sarà sia preventiva che curativa”.

I costi del servizio saranno a carico degli esercenti del territorio comunale, che intenderanno aderire all’iniziativa ed il loro impegno sociale, unitamente alla partecipazione a corsi di formazione, sarà riconosciuto dall’amministrazione in forma concreta.