Alessandro Lama

Un nuovo tavolo tecnico è previsto a breve per tornare a lavorare sulle problematiche ancora aperte inerenti le procedure di certificazione e omologa degli apparecchi da intrattenimento senza vincita in denaro. E’ quanto ha annunciato Alessandro Lama (nella foto), Federamusement, a conclusione della riunione degli Stati Generali dell’Amusement che si è tenuta nella giornata di ieri.

“Non nascondo che ci sono tuttora criticità che vanno risolte – ha detto -, bisogna trovare soluzioni per un numero importante di apparecchi non ancora certificati, pensiamo poi all’utilizzo dei gettoni nei locali generalisti, le difficoltà nelle procedure di rilascio delle omologhe per problemi legati alla funzionalità del portale, che ancora non ci soddisfa in termini di velocità. Ci sono anche problemi relativi alla possibilità di vendere apparecchi autocertificati, oltre allo scollamento tra la direzione centrale e quelle provinciali che ancora non hanno ben compreso come applicare le norme. Ben vengano le proroghe ma dobbiamo poi trovare soluzioni concrete, altrimenti non servono a molto. Insisteremo in questa concertazione che riteniamo preziosa con i Monopoli”.

Lama ha spiegato che verrà chiesta anche per le Redemption una proroga del termine ultimo previsto per la certificazione, in modo da allinearlo alla scadenza del 31 dicembre 2023: “Non è una proroga per prendere tempo, ma la definirei una proroga tecnica per fare le cose nel modo giusto”, ha concluso.

Articolo precedenteAffPapa annuncia il lancio di iGaming Club Amsterdam
Articolo successivoSisal scrive un pezzo della storia dell’Eurojackpot in Italia: il 25 maggio 2018 Emilia Romagna e Sicilia realizzarono ciascuna un “5+1” da oltre 2,3 milioni di euro