“Vogliamo differenziarci dal gioco con vincita in denaro, stiamo pagando una pecca per la commistione che c’è tra questi due tipi di gioco. Stiamo aspettando la fine del progetto con l’Università di Roma 3. C’è un documento elaborato da Sapar e Federamusement che noi condividiamo. Una regolamentazione è necessaria, ma è necessario anche permettere alle persone di lavorare. In noi troverete la massima collaborazione per la stesura di un regolamento condiviso”.

E’ quanto dichiarato da Vanni Ferro (nella foto in alto) di New Asgi all’open hearing di Adm sul settore amusement.

Il socio Marco Raganini (nella foto in basso): “Siamo concordi con le associazioni sulle problematiche del reparto delle sale giochi. Queste sale senza vincita in denaro sono molto importanti per la socializzazione dei giovani. Lavoriamo tantissimo con le famiglie, i compleanni. Questo settore è distante da quello con vincita in denaro, quindi è importante che abbia una regolamentazione specifica e diversa. C’è una differenza abissale nelle due metodologie di lavoro. Anche le due clientele sono molto diverse”.