“Alla manifestazione del 18 in piazza della Repubblica alle ore 15.00 parteciperanno solo ed esclusivamente i gestori di awp che distribuiscono le slot nei locali pubblici e non i gestori di stato delle sale dedicate, sale scommesse e sale bingo dove purtoppo sono gestite anche alcune awp”. Così in una nota Agcai.

“I gestori di stato gestendo soprattutto le vlt cercano di nascondere sia la pericolosità di queste infernali macchine sia la loro bassa tassazione attaccando la basa tassazione che comunque c’è in altri settori. Noi gestori di awp riteniamo che prima di attaccare gli altri settori dobbiamo prima equiparare la tassazione sull’utile del loro prodotto vlt al nostro prodotto awp al 67,5 (che comunque è altissima). Si chiede ai gestori di awp di scendere in piazza illudendoli di lottare per abbassargli la percentuale di tassazione, quando invece si difende solo la tassazione sul loro prodotto vlt.

Per cui come già specificato in una comunicazione sia al presidente del consiglio Conte, al MEF e ad ADM, le categoria di rappresentanza dei giochi terrestri sono 3 e sono formate dai concessionari di rete, dai gestori del gioco di stato (sale scommesse, sale bingo e sale vlt) e dai gestori di sole awp nei locali pubblici. I gestori dei gioco di stato difendono gli interessi delle sale scommesse, sale bingo, sale VLT ai quali conviene scaricare la tassazione su chi gestisce solo awp. Per cui facciamo un accorato appello ai gestori di awp a non partecipare alla manifestazione dei gestori dei giochi di stato, ma di concentrarsi in massa a quella dei gestori di awp il giorno 18 in piazza della Repubblica ale ore 15” conclude Agcai.