Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – “Il Governo gioca d’azzardo e mette fuori gioco regioni e comuni confermando con il testo consegnato in Conferenza Unificata l’apertura di nuove 5000 sale certificate di tipo A, infatti nel documento si conferma che le sale scommesse esistenti nel mercato sono 5000, pertanto attuando il bando inerente le 10000 sale scommesse contenute nella Legge di Stabilità 2016 l’incremento è evidente nel numero di 5000 nuove sale scommesse, rispetto alla situazione attuale” scrive Agcai in una nota.

“Con la “eliminazione progressiva” delle AWP nei pubblici esercizi (bar) e nelle rivendite di tabacchi, come citato nel testo del riordino, si arriverà alla concentrazione delle stesse nelle sale dedicate dove ci saranno anche le VLT, macchine come ben noto più aggressive. Possibile che nessuno si interroghi su quali saranno gli effetti di tale vicinanza sulla salute dei giocatori? Possibile che i sindaci d’Italia si facciano legare le mani sull’apertura di queste nuove sale che essendo certificate andranno completamente in deroga alla loro potestà regolamentare?

E’ stata proposta l’anticipazione al 31 dicembre 2017 della prevista riduzione di almeno il 30% delle Awp, a partire dai generalisti secondari e dai bar e dai tabacchi, ma nessuno ha parlato del ricollocamento delle restanti AWP nelle nuove 5000 sale certificate di tipo A che sorgeranno accanto ai luoghi sensibili che avranno al loro interno le pericolosissime VLT. Per i giocatori – prosegue Agcai – questo sarà un vero e proprio massacro perchè saranno indotti non trovando più le AWP nei locali pubblici a recarsi nelle sale dove come tutti ben sappiamo troveranno un ambiente dedicato con annessa alienazione del giocatore.

Questa volta i responsabili, oltre al Governo che ormai come tutti sapranno fa gli interessi delle multinazionali dell’azzardo, saranno anche Regioni e Comuni” conclude Agcai.

Sapar, il punto del segretario nazionale

Commenta su Facebook