“Grazie ad una determina pubblicata recentemente sul sito istituzionale dell’Agenzia delle Dogane e Monopoli, sono state apportate modifiche ad alcuni provvedimenti che regolano l’ambito delle giocate (in particolare i Decreti Direttoriali del 4 dicembre 2008 e del 13 luglio 2009). Per effetto delle suddette modifiche è stata introdotta la possibilità di poter accettare delle giocate plurime al 10eLotto. Tali giocate possono essere effettuate esclusivamente al 10eLotto nelle modalità legate all’estrazione tradizionale del Lotto e ad intervallo di tempo. Rimane esclusa, per evidenti ragioni, la possibilità di accettazione delle giocate plurime nell’ambito dell’estrazione immediata”. E’ quanto scrive la Federazione Italiana Tabaccai.

“Le modifiche, già in vigore dalle ore 5:00 del 26 ottobre scorso, consentono al giocatore di poter effettuare fino ad un massimo di 5 combinazioni di numeri per lo stesso concorso, ottenendo in tal modo l’emissione di uno scontrino unico. Le combinazioni di numeri nelle giocate plurime possono avere sia importi che opzioni di gioco differenti tra loro. Ma non solo, possono essere effettuate anche in abbonamento. In proposito, l’ambito regolamentare del gioco prevede che per la modalità di gioco connessa alle estrazioni del Lotto l’abbonamento è possibile per un massimo di 10 concorsi consecutivi, mentre per le giocate riferite al 10eLotto con estrazione ad intervallo di tempo il numero di giocate in abbonamento è fissato fino ad un massimo di 50 concorsi consecutivi. L’introduzione della giocata plurima – prosegue la FIT – rappresenta un bel vantaggio ed è in grado di assicurare un’ottimizzazione generale dei processi. Non c’è dubbio, infatti, come la raccolta del 10eLotto, specificatamente quella riferita alle estrazioni ogni 5 minuti, possa in alcuni casi divenire difficoltosa proprio in ragione delle tempistiche ristrette. Con la giocata plurima, invece, il singolo giocatore potrà effettuare – anche grazie alla schedina di nuova generazione che prevede un pannello sul quale indicare le differenti combinazioni – fino ad un massimo di cinque diverse tipologie di giocate.

Avvalendosi di tale opzione, quindi, il sistema di gestione automatizzata produrrà un singolo scontrino, con evidente miglioramento di tutto il processo di raccolta ed emissione della giocata. Ovviamente sullo scontrino vengono stampati tutti i dati delle diverse tipologie di giocate selezionate dal cliente (quali, ad esempio, data e numero delle estrazioni, numeri giocati, opzioni ed importi di gioco, ecc.), senza quindi inficiare in alcun modo sulla trasparenza che rappresenta, da sempre, un ambito di primaria importanza. Nessuna modifica interessa l’importo massimo della giocata per singolo scontrino del 10eLotto, il quale, a prescindere dalla sua composizione (giocate plurime, opzioni e abbonamenti), non può eccedere i 1.000 euro. Materiali e schedine sono in distribuzione e presto saranno presenti in ogni ricevitoria. Si tratta, a questo punto, di fare soltanto in modo che i clienti prendano conoscenza dell’innovazione et voilà, il gioco è fatto!”, conclude la FIT.

Articolo precedenteTotocalcio, ecco il palinsesto del 12-13 novembre
Articolo successivoTotocalcio, concorso dell’8-10 novembre: “Il tredici” regala oltre 189mila euro