Un rapporto di PwC ha rivelato che le attività dedicate al tempo libero – e in particolare le sale giochi – stanno trainando la fase di ripresa degli esercizi pubblici, con un numero di chiusure di negozi a livello nazionale che hanno raggiunto il livello più basso dal 2017.


Un rapporto della società di servizi finanziari PwC sulle aperture e chiusure di negozi ha rilevato un calo del 30 percento delle chiusure nel 2021, ovvero un numero di chiusure pari a 34 al giorno per la prima metà di quest’anno contro le 22 nuove aperture.

Mentre il numero di aperture deve ancora raggungere i livelli pre-pandemia, le attività del tempo libero come cibo da asporto, ristoranti, sale giochi e attività di bricolage stanno guidando la ripresa.

I ristoranti hanno registrato le peggiori performance negli ultimi tre anni, ma l’industria dell’intrattenimento sta beneficiando di affitti più bassi e maggiori spazi disponibili. Le stesse ragioni giustificano la crescita del numero di sale giochi in tutto il Regno Unito.

Le chiusure hanno raggiunto il picco di 61 al giorno durante la prima metà del 2020, tuttavia i dati si sono oggi stabilizzati.

Nonostante un periodo positivo per la crescita delle sale giochi e dell’intrattenimento, il settore dei negozi di scommesse sta ancora vacillando per l’effetto combinato di modifiche legislative e una crescente propensione al mercato online, con chiusure nette che hanno raggiunto la cifra di 226 nella prima metà di quest’anno.


Articolo precedenteRegno Unito, Allwyn: “Assegnazione National Lottery, bene ritiro ricorso da parte di Camelot”
Articolo successivoLiz Truss, la nuova Premier che ha sempre votato contro regole più restrittive al gioco d’azzardo