Dopo aver concluso due recenti acquisizioni per rafforzare la propria presenza in Italia, il CEO di Greentube e CTO di Novomatic Thomas Graf offre una panoramica sul gioco in Italia, dove ritiene ci sia molto potenziale non sfruttato.

La forza e il potenziale di crescita del mercato italiano delle scommesse e dei giochi è stato enfatizzato da due accordi di alto profilo lo scorso anno quando i più grandi operatori hanno intrapreso mosse per consolidarsi.

Il colosso del private equity Apollo Global Management è stato il primo a fare la sua mossa, consolidando Lottomatica con Gamenet e Goldbet in un accordo del valore di 950 milioni di euro per riunire investimenti sia nei marchi retail che online. L’accordo è stato seguito poco dopo da quello da 1,9 miliardi di euro di Flutter Entertainment per l’acquisizione dell’operatore italiano Sisal nel dicembre del 2021 e insieme, Lottomatica e Flutter ora controllano la maggior parte del mercato dei giochi online nel paese, mentre prima di questa attività di fusione e acquisizione, PokerStars era stata la forza dominante sul mercato.

Con due grandi gruppi che controllano la fetta più grande del mercato italiano, sarebbe saggio aspettarsi ulteriori mosse verso il consolidamento. La domanda è: cosa significa questo per il settore? Innanzitutto è importante sottolineare che questo avviene nei mercati più maturi, quindi non sorprende vedere che accade dove c’è un’opportunità di crescita organica, come credo ci sia in Italia.

C’è anche un altro messaggio che viene trasmesso. Sullo sfondo di un diffuso divieto di pubblicità imposto all’industria del gioco d’azzardo in Italia, Flutter e Apollo Global Management hanno fatto l’interessante scelta di investire nelle imprese italiane terrestri. Se un investimento così ampio può essere visto come un segnale di fiducia nel potenziale di crescita dell’Italia, può anche essere interpretato come una copertura del rischio, viste le continue difficoltà poste dal divieto di pubblicità nel promuovere i marchi ai giocatori.

“In Greentube abbiamo anche intrapreso un percorso di consolidamento, con l’acquisizione di due entità italiane di gioco. Capecod Solutions è stato per noi un acquisto importante, in quanto ci ha fornito un canale di distribuzione ideale e ci ha consentito di fornire in modo più rapido i nostri contenuti Greentube e NOVOMATIC ai clienti. Il portafoglio diversificato di Capecod è molto interessante, e spazia da un’ampia gamma di titoli popolari di AWP prodotti internamente a quelli sviluppati da studi di terze parti in Italia, nonché contenuti internazionali di Greentube e NOVOMATIC”, dichiara Thomas Graf in un articolo pubblicato ga Gaming Intelligence.

Nuovi mercati

“La nostra intenzione è quella di far crescere la nostra attività di aggregazione, non solo in Italia ma anche in altri mercati selettivi dove riteniamo che titoli simili avranno un appeal diffuso e lavorare a stretto contatto con Capecod significa che possiamo iniziare a elaborare strategie per entrare in questi nuovi mercati. LatAm è una regione di particolare interesse, dato che i giochi con stili e temi simili a quelli apprezzati dai giocatori in Italia guadagnano terreno anche con i clienti in Spagna e America Latina. I titoli che hanno un tema occidentale e uno stile comico sono un buon esempio di questa tendenza e ciò che ritroviamo sono anche somiglianze nelle preferenze dei giocatori come il video-bingo, la roulette e i giochi con jackpot.

La nostra più recente acquisizione di Admiral Sport, da NOVOMATIC Italia, ci consente di sfruttare la forza di un marchio sportivo molto popolare in Italia. Le scommesse sportive e i casinò a marchio Admiral hanno una buona posizione nel mercato italiano e, in combinazione con Greentube, incluso StarVegas, questo accordo ci ha visto raddoppiare la nostra quota di mercato, consolidando così ulteriormente le nostre già solide basi per la crescita futura del paese”, prosegue.

“In termini di tipo di contenuto che continuerà ad avere risonanza sui giocatori mentre il mercato italiano dei giochi online continua il suo percorso di crescita, riteniamo che Greentube abbia una selezione di giochi in grado di competere fortemente con titoli focalizzati a livello internazionale. Abbiamo visto portando Book of Ra, il gioco VLT di maggior successo in Italia, nel mondo online quanto i contenuti terrestri siano rilevanti per un pubblico digitale. Allo stesso modo, nei Paesi Bassi, abbiamo assistito a prestazioni davvero notevoli dei titoli classici prodotti da quella che era Eurocoin (ora Greentube Paesi Bassi), che si trovano in cima alle classifiche delle prestazioni per tutti i nostri clienti.

Allo stato attuale, il più grande mercato per le slot è nel retail, dove le persone molto spesso nei caffè mettono il resto di un espresso mattutino nelle macchine AWP in cambio di intrattenimento. C’è ancora molta strada da fare prima che l’Italia raggiunga il suo potenziale in termini di gioco online e quello che abbiamo visto di recente è che un certo numero di aziende che hanno radici nel settore terrestre hanno visto crescere significativamente la loro quota di mercato. Questo è particolarmente vero per gli operatori di scommesse sportive con presenza terrestre.

Pertanto, ha senso intraprendere una strategia in base alla quale i titoli terrestri integrino l’offerta online. Alla luce del divieto di pubblicità del gioco d’azzardo, perseguire opportunità di fusione e acquisizione come abbiamo fatto con Capecod e Admiral Sport ci ha permesso di stare vicino ai nostri clienti, fornendo intrattenimento avvincente, radicato nei loro interessi e cultura, e continuare a dialogare, con i punti vendita che agiscono come utile canale di acquisizione. Riteniamo che la combinazione di contenuti globali e localizzati sia vincente e questa è una strategia che continueremo a seguire in futuro”, conclude Graf.

Articolo precedentePiemonte, Grande Nord a sostegno della raccolta firme per modificare la legge sul gioco d’azzardo
Articolo successivoGestione bar del Casinò di Sanremo, presentate due offerte