La prestigiosa rivista medico-scientifica The Lancet pubblica uno studio nel quale esperti di tutto il mondo sono stati chiamati ad esprimersi sulle misure ritenute più efficaci per contrastare la dipendenza da gioco d’azzardo.

C’è sicuramente una forte preoccupazione per i rischi legati al gioco d’azzardo patologico, ma anche una grande confusione e poco consenso sulle politiche più efficaci per ridurre tali rischi e prevenire i danni. La rivista The Lancet ha pubblicato uno studio il cui obiettivo è quello di stabilire se è possibile raggiungere il consenso degli esperti sulle misure percepite come efficaci e che potrebbero essere implementate con successo.

Ben 103 diverse misure sono state incluse in un elenco sottoposto all’attenzione degli esperti. Si tratta di interventi provenienti da diverse risorse chiave e input da parti interessate alla salute pubblica e raggruppati in sette categorie: prezzo e tassazione; disponibilità; accessibilità; marketing, pubblicità, promozione e sponsorizzazione; ambiente e tecnologia; informazione e istruzione; e trattamento e supporto. Un gruppo indipendente di 35 esperti questionari hanno attribuito un punteggio a ogni misura per nota o potenziale efficacia.

È stato raggiunto un consenso solo quando almeno il 70% della giuria ha ritenuto che una misura non lo fosse efficace, moderatamente efficace o altamente efficace. Quindi, ogni misura che ha raggiunto un consenso per l’efficacia è stata valutato su quattro dimensioni di implementazione: praticabilità, accessibilità, effetti collaterali ed equità.

Il panel degli esperti ha raggiunto il consenso su 83 (81%) di 103 misure.

Durante l’esercizio di valutazione, è stata valutata la probabilità di successo dell’attuazione di 81 di queste .
Questa valutazione ha preso in considerazione la praticità, l’accessibilità economica, la capacità di generare effetti collaterali imprevisti e la capacità di farlo diminuire le differenze tra i gruppi avvantaggiati e svantaggiati nella società di ciascuna misura. Sono state definite 40 misure universali e mirate per contrastare il gioco dannoso (tre misure dal dominio dei prezzi e della tassazione; dieci dal dominio di disponibilità; cinque dal dominio di accessibilità; sei dal marketing, pubblicità, promozione, e dominio di sponsorizzazione; otto dal settore dell’ambiente e della tecnologia; tre dalle informazioni e dominio dell’istruzione; e cinque dal dominio di trattamento e supporto).

Restrizioni alle slot e la scarsa efficacia

Dallo studio emerge che molte restrizioni applicate alle slot sono ritenute dagli esperti poco efficaci o inapplicabili. I limiti orari sono tra questi, esattamente come il numero massimo di apparecchi imposto all’esercizio pubblico.

Di seguito l’elenco di tutte le misure valutate dagli esperti e il punteggio assegnato in base al successo in termini di attuazione.

fonte The Lancet
Articolo precedente‎Amusnet Interactive cresce in Italia con l’accordo sui contenuti Betflag‎
Articolo successivoSBC Summit Barcelona, presente Carsten Koerl (Sportradar): sarà intervistato dal veterano del settore Simon Bold