Il Tar di Trento ha disposto di prorogare i termini per la verifica sul distanzimetro applicato dal Comune di Malè, ovvero le norme che impongono la distanza minima per le slot dai luoghi sensibili

La società ricorrente chiedeva l’annullamento del verbale di deliberazione n. 126 di data 13.9.2022 della Giunta comunale del Comune di Malè avente il seguente oggetto: “Individuazione luoghi sensibili presenti sul territorio comunale per l’applicazione delle limitazioni alla collocazione di apparecchi da gioco”; ed atti antecedenti, presupposti, preordinati e consequenziali.

Con ordinanza istruttoria di questo Tribunale 15 dicembre 2022, n. 48, è stata disposto quanto segue:

A) l’esecuzione di una verificazione per appurare “se, tenuto conto della conformazione del territorio del Comune di Malè e della relativa disciplina urbanistica vigente, l’applicazione del criterio della distanza di trecento metri dai siti c.d. sensibili individuati nell’art 5, comma 1, della legge provinciale n. 13/2015, così come anche definiti nella delibera n. 126 dd.13.9.2022 della Giunta comunale di Malè, determini che una sostanziale preclusione alla localizzazione sull’intero territorio comunale di esercizi in cui sono installati apparecchi da gioco come quello gestito dall’impresa ricorrente, ivi comprese le sale gioco ecc., e, comunque, quale sia la percentuale di territorio in cui tale preclusione verrebbe ad operare (ovvero, all’opposto, la percentuale di territorio disponibile sia all’insediamento di esercizi in cui possano installarsi gli apparecchi da gioco, di nuove sale giochi e sale scommesse od all’installazione ex novo di apparecchi per il gioco d’azzardo lecito di cui all’art. 110, comma 6, del R.D. n. 773 del 1931, sia al trasferimento di quelle esistenti), considerati separatamente gli edifici esistenti e le strutture di possibile edificazione. L’analisi sopra indicata (comprensiva dell’indagine della conformazione del territorio della disciplina urbanistica vigente e dei provvedimenti di individuazione dei luoghi sensibili), dovrà essere compiuta anche con riferimento ai comuni contermini al Comune di Malè nei quali, in ipotesi, l’attività potrebbe essere delocalizzata. In tutti i casi la distanza dai luoghi sensibili dovrà essere considerata distintamente sia in linea d’aria che in termini di percorso pedonale a piedi”;

B) l’individuazione, quale incaricato dell’adempimento istruttorio, del Direttore del Dipartimento di Architettura, Ingegneria delle costruzioni e ambiente costruito (DABC) del Politecnico di Milano, con autorizzazione a delegare l’incarico ad altro docente del dipartimento e/o ad avvalersi di ausiliario;

C) l’assegnazione al verificatore il termine del 31.01.2023 per il deposito presso la Segreteria di questo Tribunale della relazione recante la descrizione delle attività svolte per eseguire l’incarico ricevuto e la risposta al quesito, prevedendo altresì che “La bozza di relazione di verificazione dovrà essere inoltrata dal verificatore almeno 10 giorni prima della scadenza del termine alla parte ricorrente, la quale potrà, entro i successivi 5 giorni, presentare eventuali osservazioni, anche a mezzo di propri consulenti di parte, redatte in termini di sinteticità ex art. 3 c.p.a., osservazioni che il verificatore dovrà motivatamene esaminare prima della redazione della relazione definitiva di verificazione”;

E’ di oggi la decisione del Tribunale Regionale di Giustizia Amministrativa della Regione autonoma Trentino – Alto Adige/Südtirol, sede di Trento, di disporre di prorogare il termine assegnato con l’ordinanza di verificazione n. 48/2022 per il deposito della relazione presso la Segreteria di questo Tribunale, fissandolo al 15 febbraio 2023, e dispone altresì che la bozza di relazione sia inoltrata dal verificatore almeno 10 giorni prima della scadenza di tale termine a tutte le parti del giudizio, che potranno presentare osservazioni entro i successivi 5 giorni, anche a mezzo di propri consulenti di parte, osservazioni che il verificatore dovrà motivatamene esaminare prima della redazione della relazione definitiva di verificazione.

Articolo precedenteGiochi, trasparenza e Policy Etica tra Istituzioni e Privati
Articolo successivoPeople’s Poker Tour, in 138 hanno già pronte le valigie per Malta