Durante un controllo dei carabinieri, nel pomeriggio del 13 dicembre 2019, era emerso che una sala giochi di Stradella (PV) non aveva i permessi a norma. In particolare quelli legati a slot e scommesse sportive. Accuse che avevano portato al rinvio a giudizio della titolare, ma che in sede processuale sono state smontate. Lunedì il tribunale di primo grado di Pavia ha infatti assolto la donna «perché il fatto non sussiste». Le motivazioni della sentenza di primo grado verranno depositate entro 90 giorni. Lo riporta la Provincia Pavese.

Articolo precedente161° anniversario ADM: una prospettiva per il sociale (video)
Articolo successivoScommesse Serie A: Sassuolo in discesa contro lo Spezia. Genoa abbonato al pareggio: un’altra X con il Torino a 3,30 su Sisal