La continua attenzione al fenomeno del gioco d’azzardo e delle ludopatie, nonché al rispetto delle norme che regolano l’attività delle sale giochi, ha portato all’emissione da parte del Questore di Savona di un provvedimento che dispone la sospensione dell’attività per dieci giorni di una sala giochi “videolottery”, nel territorio del comune di Pietra Ligure.

I poliziotti della Divisione di Polizia Amministrativa della Questura hanno accertato che la sala giochi era priva, al momento del controllo, della presenza del titolare o di un soggetto autorizzato, risultando quindi completamente incustodita. Inoltre è stato accertato che la gestione di fatto dell’attività, compresi i pagamenti e i rapporti con gli avventori, avveniva direttamente da un bar adiacente, intestato alla stessa persona, senza che tra però le due attività vi fosse una connessione formale, collegate attraverso un sistema di videosorveglianza.

Nei confronti del titolare della licenza, per aver abusato del titolo, è scattato quindi il provvedimento di sospensione dell’attività ex art. 10 T.U.L.P.S., notificato venerdì per un periodo di dieci giorni.

Articolo precedenteFipe: “In calo il numero dei bar in Italia”
Articolo successivoConcreti pericoli per ordine e sicurezza pubblica, Tar conferma sospensione licenza a sala giochi di Modena: “Violazione limite orario favorisce aggregazione soggetti pericolosi”