I funzionari dei Monopoli ADM di Palermo e i Carabinieri della Stazione di Caccamo (PA), nell’ambito dei servizi finalizzati alla prevenzione e alla repressione delle violazioni in materia di scommesse sportive on-line non autorizzate e a garantire il rispetto delle norme a tutela del gioco lecito e responsabile, hanno controllato un internet point di proprietà di un 42enne del luogo.
All’interno del locale, ben occultate in una stanza chiusa a chiave, erano state installate 3 slot
machines, idonee a consentire il gioco con vincite in denaro e non collegate alla rete telematica.
Gli apparecchi sono stati sequestrati, insieme alla somma di circa 600 euro custodita al loro
interno.


Le sanzioni amministrative elevate sono state di 150.000 euro per la violazione dell’art. 110
comma 6 lett. a) del TULPS. Inoltre, l’Ufficio dei Monopoli di Palermo, ai sensi dell’art. 1
comma 646 lett. a) legge 190/2014, con separato atto che notificherà alla parte, applicherà la
sanzione prevista per un importo calcolato di 1.714.770 euro per la violazione delle norme
tributarie sul prelievo unico erariale (PREU).

Articolo precedenteADM. Sottoscritto un protocollo quadro per realizzare un sistema avanzato di monitoraggio delle attività criminali
Articolo successivoAvv. Agnello: “StanleyBet equiparata ai concessionari del gioco pubblico”