Rischiano il processo 30 persone coinvolte nella maxi operazione anti-camorra legata alla riorganizzazione del clan camorristico Buonocore-Matrone a Scafati, in provincia di Salerno. La Dda ha chiesto il giudizio per tutti, sostenendo l’esistenza di un’organizzazione mafiosa. L’indagine approdata al vaglio dell’udienza preliminare comprende accuse di traffico di armi, controllo del settore delle slot machine ed estorsioni ai danni di attività economiche del comprensorio. Nel dettaglio il sistema comprendeva estorsioni vecchio stampo, nuovo focus sul settore di videogiochi e slot machine, fino al controllo di una società del comparto, con i titolari che da vittime erano diventati direttamente soci del clan. Lo riporta salernotoday.it.

Articolo precedenteScommesse Serie A: la Salernitana vuole affiancare Cavani a Ribery. Il Matador nuovo idolo dell’Arechi a 9,00 su Sisal
Articolo successivoScommesse, Sartore (Mef): “No a proroga concessioni su rete fisica, necessari nuovi bandi”