Proseguono i controlli della Polizia di Stato su tutto il territorio della provincia di Perugia per contrastare il fenomeno delle truffe agli anziani, dei furti in abitazione e dello spaccio di stupefacenti.

Nell’ambito del Progetto “Borghi Sicuri”, gli agenti del Commissariato di Foligno, supportati dagli equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine “Umbria-Marche” e dagli operatori della Polizia Locale di Nocera Umbra hanno pattugliato l’intero territorio nocerino con un controllo che, partendo dal centro della città, è stato poi esteso capillarmente alla periferia e alle zone residenziali più isolate. Il servizio, coordinato dal Dirigente del Commissariato di Foligno, è stato anticipato da un’analisi preliminare del territorio e delle zone più critiche da verificare al fine di individuare gli obiettivi d’interesse.

Durante il servizio, oltre al pattugliamento delle aree più nascoste della città dove è più facile per le persone dedite alle attività illecite nascondersi da sguardi indiscreti, sono stati fatti alcuni posti di controllo nelle principali direttrici con l’obiettivo di assicurare una funzione di deterrenza rispetto al compimento dei furti in abitazione e dei reati in genere e, al contempo, al fine di intercettare eventuali “trasfertisti” giunti nel territorio nocerino con l’intenzione di procurarsi facili bottini.

Controlli sono stati effettuati anche in alcuni esercizi pubblici, qui gli agenti hanno prima identificato i relativi avventori per accertare l’eventuale frequentazione da parte di pregiudicati e poi verificato il rispetto delle norme amministrative in materia di somministrazione di alimenti e bevande e quelle relative alle slot machine. L’attività di monitoraggio è stata l’occasione anche per verificare la presenza, lungo i viali e i piazzali, di persone dedite all’attività di prostituzione su strada e allo spaccio di sostanze stupefacenti. Durante il monitoraggio sono state identificate 44 persone e verificati 33 veicoli senza riscontrare criticità

Articolo precedenteSiGMA Malta, l’avvocato Sbordoni: “Speriamo nel riordino, gli operatori del gioco hanno bisogno di certezze” (video)
Articolo successivoNardò (LE), sequestrati beni per 400mila euro a presunto esponente della Sacra Corona Unita: sigilli anche a un centro scommesse