La Commissione Europea apre una indagine per accertarsi del fatto che la modifica alla legge regionale del Lazio in materia contrasto al gioco d’azzardo non costituisca una violazione della Direttiva 2015/1535 che vige per tutti i progetti di regolamentazioni tecniche.

Le modifiche alla legge entrata in vigore nel 2013 sono state approvate dal Consiglio Regionale nel luglio scorso e inserite nella Legge regionale di Assestamento di Bilancio 2022-2024 contenente disposizioni varie.

Oggetto di attenzione da parte della Commissione Europea, a seguito di una segnalazione, sono le norme che impongono modifiche agli apparecchi da intrattenimento a vincita. Nello specifico si prevede che gli esercenti che gestiscono apparecchi per il gioco d’azzardo collocati all’interno di esercizi pubblici commerciali o di sale da gioco ovvero i titolari di concessioni si adeguino, entro centocinquanta giorni successivi dalla entrata in vigore della norma, a nuove disposizioni su frequenza delle giocate e intervallo di tempo tra le stesse.
Ciò significa cambiare le regole tecniche delle AWP e VLT che, come da normativa nazionale, non prevedono tali adempimenti tecnici, ovvero :
riduzione della frequenza delle singole giocate a non meno di una giocata ogni trenta secondi;
pausa obbligatoria di cinque minuti delle operazioni di gioco ogni trenta minuti consecutivi di utilizzo dell’apparecchio di gioco da parte del singolo cliente.

A parere dei segnalanti tale disposizione costituisce a tutti gli effetti una regola tecnica che, se introdotta, doveva comunque essere segnalata nei tempi e nelle modalità previste da Direttiva europea. Cosa che, evidentemente, non è stata fatta e sulla quale adesso dovrà esprimersi la commissione competente. nel caso in cui tale ipotesi dovesse trovare fondamento, la Commissione potrebbe aprire una procedura di infrazione.

Articolo precedente“Borghi Sicuri”, controlli nel territorio di Foligno (PG): verifiche anche su rispetto normativa slot
Articolo successivoPoker cash, nel mese di settembre gli italiani hanno giocato di più rispetto ad agosto