I dipendenti GLOBAL STARNET, a tutela del posto di lavoro, intendono dar seguito alle iniziative processuali già intraprese innanzi al TAR per il Lazio contro i provvedimenti di decadenza disposti dall’AAMS, prendendo parte alla prossima udienza cautelare fissata per il 23 novembre 2022. Il Tar Roma è chiamato a pronunciarsi sulla richiesta di sospensione dei provvedimenti dell’AAMS in vista dell’udienza di merito, per scongiurare il rischio della perdita del posto di lavoro. I dipendenti sono rappresentati e difesi in giudizio dal Prof. Avv Biagio Giliberti ed dagli Avv.ti Alessio Bozzetto e Giuseppe Bruno. E’ quanto riferiscono i dipendenti di Global Starnet in una nota.

I difensori affermano: “Gli interessi coinvolti nella vicenda giudiziale sono rilevantissimi: la posta in gioco coinvolge non solo i lavoratori della Global Starnet ma anche le loro famiglie. Confidiamo che nel bilanciamento tra gli interessi che il giudice amministrativo usualmente pratica, verrà accordata prevalenza, in linea con quanto già espresso in tema dal Consiglio di Stato, alla prosecuzione dell’attività esercitata dalla società, al fine in particolare di scongiurare qualunque prospettiva di discontinuità occupazionale dei lavoratori attualmente impiegati. In assenza di tutela cautelare, infatti, 168 dipendenti della Global Starnet dal 31 dicembre perderanno il proprio posto di lavoro”. 

Articolo precedenteEsports, l’industria europea ha bisogno di una regolamentazione: è necessaria per assicurare l’integrità e prevenire l’illegalità
Articolo successivoSiGMA Malta, Calà (Synot Games): “Nel 2023 roadmap con molte sorprese”