Al termine di una complessa attività investigativa coordinata dalla Sezione Seconda della Procura della Repubblica di Napoli, il Nucleo di Polizia Economica Finanziaria di Napoli ha dato esecuzione, nella giornata odierna, ad un decreto di sequestro preventivo finalizzato alla confisca diretta della somma di oltre 18 milioni di euro (o, comunque, alla confisca per equivalente su beni immobili), emesso dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Napoli nei confronti di C.C., nota commercialista di Napoli, amministratrice giudiziaria sottoposta ad indagini per ipotesi di peculato.

In particolare la professionista – che è stata anche nel collegio dei revisori dei conti di società partecipate da enti pubblici -, mentre era incaricata di amministrare un complesso di società dichiarate fallite operanti principalmente nel settore dei giochi e delle scommesse, si sarebbe impossessata di parte dei patrimoni aziendali, utilizzati per eseguire pagamenti ad ausiliari senza la preventiva autorizzazione del giudice e non avrebbe corrisposto ai concessionari del gioco il denaro dovuto a titolo di Prelievo Erariale Unico per il successivo versamento allo Stato. Ha operato i sequestri il Gruppo Tutela Mercato Capitali del Nucleo di Polizia economico finanziaria GDF Napoli.