Ennesimo servizio ad “Alto Impatto” nei quartieri San Basilio, Settebagni e Ostiense, svolti con il coordinamento dei Distretti San Basilio Fidene, del Commissariato Colombo e della Divisione Polizia Amministrativa della Questura di Roma per quanto riguarda le rispettive competenze, oltre alla collaborazione del Commissariato Sant’Ippolito, dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, del Reparto Prevenzione Crimine Lazio, della Squadra Cinofili, del personale del S.I.A.N. della Asl Roma 2 e della Polizia Locale Roma Capitale.

Nel quadrante nord-est sono state 237 le persone identificate e 12 gli esercizi commerciali sottoposti ad ispezione amministrativa. All’esito dei controlli effettuati è stato emesso un decreto di espulsione nei confronti di un cittadino straniero privo di documenti. Prestata particolare attenzione alla zona di via Tiburtina e ai quartieri di Casal Monastero e San Basilio. In località Colli Aniene e Tiburtino III è stata espletata attività antirapina presso tabaccherie, farmacie, istituti bancari, uffici postali, gioiellerie, supermercati, parcheggi delle stazioni metropolitane di Rebibbia e Ponte Mammolo. I poliziotti hanno poi controllato una sala slot in via Ratto delle Sabine dove al titolare sono state contestate violazioni per 450,00 euro. Presso un esercizio di via Tiburtina invece, sono stati controllati 3 dipendenti, due dei quali è risultato non in regola con il contratto di lavoro. Il titolare è stato inoltre sanzionato per una somma pari a 450 euro per l’accensione degli apparecchi da gioco con vincita in denaro durante l’orario di sospensione del funzionamento, riscontrando altresì anche la presenza di 18 avventori intenti a giocare. Controllato infine un esercizio di vicinato in via Casal de Pazzi: in esito alle operazioni di ispezione sono state riscontrate pessime condizioni igienico sanitarie, evidenziate anche dal rinvenimento sia di animali infestanti che di escrementi di roditore, nonché da carenze strutturali da ricondursi alla promiscuità degli ambienti, tali da richiedere l’intervento in loco di personale ASL S.I.A.N di pronta reperibilità. Nel quartiere Settebagni sono state riscontrate varie irregolarità durante il controllo di un club: mancate comunicazioni alla ASL, sanzione ai non soci di bevande ed alimenti, mancata autorizzazione per gli spettacoli. A carico del  titolare verrà inoltre inviata un’informativa alla magistratura così come previsto dall’articolo 80 del Testo Unico delle Leggi di PS.

Per quanto riguarda il quadrante a sud-ovest sono stati effettuati diversi servizi volti a garantire la sicurezza pubblica nel territorio di competenza del commissariato Colombo, con particolare attenzione alla fermata metro San Paolo ed al Parco Schuster. Sono stati anche realizzati diversi controlli anti prostituzione in viale Marconi, via Cristoforo Colombo, largo Enea Bortolotti, Lamberto Loria e piazza dei Navigatori.

In ultimo è stato controllato un ristorante cinese in Circ.ne Ostiense, dove sono state riscontrate delle pessime condizioni igienico-sanitarie, suffragate dalla presenza di blatte e scorpioni morti, da significative carenze strutturali e dalla presenza di lavoratori in “nero”. Tutti questi elementi hanno indotto il personale A.S.L. a chiudere il locale sino alla risoluzione di tutte le criticità rilevate.

Articolo precedenteScommesse, con Microgame la “Draw no Bet” sbarca ai mondiali di calcio
Articolo successivoI CEO delle aziende di gioco online: “Guidare la sostenibilità concentrandosi su un gioco d’azzardo più sicuro”