Un singolo apparecchio AWP nei primi sei mesi del 2022 ha registrato una raccolta media giornaliera di 207,03 euro. Per ciascun AWP i giocatori hanno vinto mediamente 134,57 euro e speso 72,46 euro.

Ogni giorno all’Erario sono andati 49,69 euro per ogni apparecchio, la parte restante della raccolta, ovvero 22,77 euro sono rimasti agli operatori.

Nello specifico al concessionario di rete, al proprietario dell’apparecchio o gestore e al titolare dell’esercizio di raccolta in base agli accordi contrattuali in essere tra le parti e per il canone di concessione.

Media di raccolta giornaliera per regione

La regione con la media giornaliera più alta è risultata la Valle d’Aosta seguita da Trentino Alto Adige e Lombardia. A Lazio e Sicilia il primato rispettivamente per le regioni del Centro e del Sud Italia.

L’area geografica è un fattore importante che caratterizza il dato della media di raccolta mentre determinante è risultata invece la tipologia di gioco.

I nuovi titoli AWP in distribuzione nel 2022 hanno fatto registrare medie giornaliere superiori a 400 euro, importi mediamente doppi rispetto ai titoli già presenti sul mercato.

Come è evidente nell’istogramma di seguito la quota di raccolta che spetta agli operatori è notevolmente inferiore all’importo destinato all’Erario.

Vincita media giornaliera (azzurro), quota versata all’Erario (blu) e somma compensi per gli operatori (arancio)
Articolo precedenteCodere integra la tecnologia All Flash di NetApp nel proprio sistema di scommesse
Articolo successivoMancato versamento imposta unica scommesse, Cassazione annulla sanzioni contro operatore estero privo di concessione: “Ante 2010 obiettiva incertezza normativa su soggettività passiva del bookmaker”