Al via le procedure per l’autorizzazione agli apparecchi da gioco ( o meglio da intrattenimento) che non prevedono vincite in denaro. A dire il vero la questione non è ancora così chiara e si spera che i due mesi di proroga rispetto alle scadenze concessi bastino a definire una volta per tutte cosa i produttori dovranno fare.

Nel frattempo sembrano ormai sciolti alcuni dubbi interpretativi sul decreto di regole tecniche per la produzione degli apparecchi in questione e per la laro certificazione ai fini del rilascio dei nulla osta per la distribuzione.

Tra i chiarimenti che l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli ha fornito in questi mesi ad esempio c’è anche quello circa l’utilizzo di monitor ma “possono essere dotati di
dispositivi di visualizzazione non interattivi utilizzabili per facilitare il gioco o mostrarne le regole.

Per il regolatorelapparecchio può avere dispositivi di visualizzazione non interattivi in grado di visualizzare, a titolo esemplificativo ma non esaustivo, le regole del gioco, il tempo rimanente per lesecuzione della partita, la disposizione dei premi contenuti allinterno dellapparecchio, ecc…. Tali dispositivi possono essere presenti esclusivamente per facilitare le operazioni di gioco.”

Articolo precedenteSuperEnalotto bacia Marsico Nuovo (PZ) con una vincita punti 5S da 1.078.901,25 euro
Articolo successivoLotto e al 10eLotto le vincite del concorso n. 1 del 3 Gennaio 2022