Il legislatore fa marcia indietro sugli obblighi previsti per il funzionamento degli apparecchi da intrattenimento: calciobalilla e gli apparecchi meccanici in genere non dovranno più essere sottoposti alla procedura di omologa per il rilascio del nulla osta. E’ quanto Jamma è in grado di riferire in anteprima. Si tratta di indiscrezioni che emergono a conclusione di una serie di incontri tenutisi in queste ore tra gli operatori e l’istituzione preposta alla regolamentazione.

Dopo una serie di confronti sembra essere chiaro che alcune tipologie di apparecchi, come biliardi e calciobalilla (per le freccette ci sono ancora dubbi), risultano incompatibili con le procedure di certificazione. L’ADM dovrebbe, a breve, fornire i chiarimenti in merito a queste ultime decisioni e i modelli di apparecchi da intrattenimento che verrano esentati dal rilascio dei nulla osta.

Articolo precedenteGiochi in Calabria, Tavernise (M5S): “Proroga entrata in vigore distanziometro solo fino al 31 dicembre 2022, evitato il peggio”
Articolo successivoRistorazione al Casinò di Sanremo, sindacati incontrano il sindaco Biancheri: resta in sospeso il destino di circa 15 dipendenti