I funzionari dell’Agenzia delle Accise, Dogane e Monopoli (ADM), in servizio presso l’Ufficio dei Monopoli per il Veneto, hanno rilevato molteplici irregolarità in una sala VLT della provincia di Verona.

La sala, oggetto di un cambio di gestione senza la prevista richiesta di voltura, operava in assenza di regolare titolo autorizzatorio di ADM. Nei confronti del titolare dell’esercizio e del gestore degli apparecchi verranno elevate sanzioni in misura ridotta per complessivi 66.000 euro, per la violazione dell’art.110 co.9 lettera f-bis T.U.L.P.S..

Inoltre, la somministrazione di alimenti e bevande veniva effettuata in modo difforme da quanto statuito dal Decreto 30111/2011. In effetti, tale attività, anziché essere accessoria e praticata dal medesimo ingresso del locale presso il quale si svolgeva l’offerta di gioco, veniva esercitata immediatamente dopo aver varcato l’entrata e con plateatico esterno, mentre per la sala VLT era stato creato un ulteriore accesso, privo delle dovute autorizzazioni, tramite una porta laterale segnalata da un’apposita insegna.

La fattispecie sarà anche oggetto di segnalazione alle autorità comunali.

La porta laterale della sala VLT segnalata da un’apposita insegna
Articolo precedenteScommesse Europei femminili: l’Italia contro l’Islanda per sognare i quarti, le azzurre vedono il primo successo a 2,06 su Stanleybet
Articolo successivoIBIA: 88 avvisi di scommesse sospette nel secondo trimestre 2022