“L’articolo 101 dispone la proroga dei termini del pagamento della seconda restante rata, una tantum, dell’offerta economica a carico della società aggiudicatrice della gara per la concessione della gestione dei giochi numerici a totalizzatore nazionale. La data per la stipula della nuova convenzione viene fissata al 1° dicembre 2021. Si stabilisce, altresì, che con determinazione direttoriale dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli saranno successivamente stabilite le modalità di corresponsione della seconda rata suddetta, in modo da garantire il pagamento dell’intero importo entro il 15 dicembre 2020. In particolare, il comma 1 proroga i termini degli adempimenti tecnico-organizzativi ed economici previsti dall’aggiudicazione della gara indetta ai sensi dell’articolo 1, comma 576, della legge di bilancio 2017 (legge n. 232 del 2016) per la concessione della gestione dei giochi numerici a totalizzatore nazionale. Come spiegato sul sito internet di “Sistema Gioco Italia”, la federazione di filiera dell’industria del gioco e dell’intrattenimento aderente a Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici, i giochi numerici a totalizzatore nazionale (GNTN) sono giochi di sorte basati sulla scelta di numeri da parte dei consumatori all’atto della giocata, ovvero sull’attribuzione alla giocata medesima di numeri determinati casualmente. Una quota delle poste di gioco, predeterminata dal regolamento dei singoli giochi, è conferita ad un unico montepremi nazionale che viene ripartito, sempre secondo quanto stabilito dal regolamento, in quote di pari valore in funzione del numero di giocate vincenti appartenenti alla medesima categoria di premi. I giochi numerici a totalizzatore nazionale sono: SuperEnalotto e il suo gioco opzionale e complementare SuperStar, SiVinceTutto, Eurojackpot, Win For Life e Play Six. SuperEnalotto è il più popolare”. E’ quanto si legge nel dossier del servizio studi di Camera e Senato su “Misure urgenti per il sostegno e il rilancio dell’economia (cd. “Decreto Agosto”)”.

“L’articolo 1, comma 576, della legge di bilancio 2017 (legge n. 232 del 2016), in vista della scadenza della concessione vigente, ha previsto che l’Agenzia delle dogane e dei monopoli (ADM) bandisse una gara per l’affidamento della gestione dei giochi numerici a totalizzatore nazionale e ha fissato le condizioni essenziali della procedura stessa, al fine di garantire la tutela degli interessi pubblici nelle attività di raccolta del gioco e nel rispetto dei principi dell’ordinamento nazionale ed europeo.

Con determinazione direttoriale dell’ADM del 17 settembre 2019 è stata aggiudicata alla società Sisal S.p.A. la concessione per la gestione dei giochi numerici a totalizzatore nazionale, dei giochi complementari e opzionali e delle relative forme di partecipazione a distanza, nonché di ogni ulteriore gioco numerico basato su un unico totalizzatore a livello nazionale.

A partire dal 2 dicembre 2019 è iniziato a decorrere il termine di sei mesi, indicato nel Capitolato tecnico di gara, per l’espletamento di tutte le iniziative propedeutiche al completo adempimento delle attività tecnico-organizzative necessarie per il subentro del concessionario nella gestione del sistema oggetto di devoluzione. In seguito alla dichiarazione, da parte dell’Organizzazione mondiale della sanità, di emergenza di sanità pubblica di carattere internazionale derivante dall’epidemia da COVID-19 (30 gennaio 2020) e la dichiarazione per sei mesi, da parte del Consiglio dei Ministri, dello stato di emergenza sul territorio nazionale relativo al rischio sanitario (31 gennaio 2020), successivamente prorogato fino al 15 ottobre 2020, l’articolo 103, comma 1, del decreto-legge n. 18 del 2020 ha tra l’altro previsto che “ai fini del computo dei termini ordinatori o perentori, propedeutici, endoprocedimentali, finali ed esecutivi, relativi allo svolgimento di procedimenti amministrativi su istanza di parte o d’ufficio, pendenti alla data del 23 febbraio 2020 o iniziati successivamente a tale data, non si tiene conto del periodo compreso tra la medesima data e quella del 15 aprile 2020” – termine prorogato al 15 maggio 2020 dall’articolo 37 del decreto-legge n. 23 del 2020.

Con determinazione direttoriale dell’ADM del 25 maggio 2020, in applicazione della suddetta sospensione dei termini procedimentali, è stata fissata al 24 agosto 2020 la stipula e la decorrenza della convenzione per la gestione dei giochi numerici a totalizzatore nazionale, dei giochi complementari e opzionali e delle relative forme di partecipazione a distanza, nonché di ogni ulteriore gioco numerico basato su un unico totalizzatore a livello nazionale.

La documentazione relativa alla procedura di gara può essere consultata sul sito internet dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli. Con il comma in esame, la data per la stipula e la decorrenza della convenzione è fissata al 1° dicembre 2021. La disposizione è motivata con la straordinarietà e imprevedibilità degli eventi scaturenti dall’attuale situazione di emergenza epidemiologica da COVID-19. Nella relazione illustrativa, il Governo chiarisce che la proroga si riferisce in particolare ai termini del pagamento della seconda restante rata, una tantum, dell’offerta economica a carico della società aggiudicatrice della gara.

Il comma 2 attribuisce a una determinazione del Direttore dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli il compito di stabilire le modalità di corresponsione della seconda rata una tantum dell’offerta economica, in modo tale da garantire il pagamento dell’intero importo entro il 15 dicembre 2020.

Il 17 agosto 2020, l’Agenzia delle dogane e dei monopoli ha stabilito, con determinazione direttoriale, che il termine per il versamento della restante seconda rata una tantum di 111 milioni di euro, pari al 50% del prezzo indicato nell’offerta economica, è fissato al 30 settembre 2020 e sarà effettuato dalla società aggiudicataria sul conto corrente bancario intestato alla Tesoreria dello Stato – Sezione di tesoreria di Roma”.

Nella nota di lettura si legge: “Con il comma 1, in ragione della straordinarietà e imprevedibilità degli eventi scaturenti dall’attuale situazione di emergenza epidemiologica da COVID-19, si dispone la proroga dei termini tecnico-organizzativi ed economici previsti dall’aggiudicazione della gara per la concessione della gestione dei giochi numerici a totalizzatore nazionale86. Si fissa inoltre al 1 dicembre 2021 la data per la stipula e la decorrenza della convenzione. Con il comma 2 si fa rinvio ad una determinazione del direttore dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli per definire le modalità di corresponsione della seconda rata una tantum dell’offerta economica, in modo tale da garantire il pagamento dell’intero importo entro il 15 dicembre 2020.

La RT rappresenta che l’articolo in commento, garantendo l’acquisizione degli importi dovuti entro l’anno 2020, risulta ad invarianza finanziaria.

Al riguardo, si ricorda che con determinazione direttoriale del 20 maggio 2020 n. 155265 era stata fissata al 24 agosto 2020 la data di stipula con l’aggiudicatario e quella di decorrenza degli effetti della convenzione per la gestione dei giochi numerici a totalizzatore nazionale, dei giochi complementari e opzionali e delle relative forme di partecipazione a distanza, nonché di ogni ulteriore gioco numerico basato su un unico totalizzatore a livello nazionale. Si ricorda che ai sensi del capitolato d’oneri il pagamento della seconda rata dell’una tantum è previsto all’atto dell’effettiva assunzione del servizio del gioco. Si richiama l’attenzione sul fatto che la norma in commento fissa la decorrenza della convenzione al 1 dicembre 2021 e tuttavia prevede il pagamento della seconda rata una tantum entro il corrente esercizio finanziario. In relazione a quanto disposto, andrebbero acquisite informazioni volte ad escludere eventuali contenziosi o contestazioni che potrebbero di fatto non garantire il pagamento entro il 15 dicembre 2020”.