Print Friendly, PDF & Email

ADMGiovanni Kessler, in una intervista su La Stampa, torna a denunciare le modalità e le motivazioni della sua rimozione da ruolo di direttore generale della Agenzia delle Dogane e dei Monopoli.

“Ci è stato spiegato che i vertici delle Agenzie sono stati “azzerati” sulla base di (vere o presunte) appartenenze di partito.

Nessuna valutazione delle capacità, dei progetti, dei risultati. Solo uno spoils system di pulizia politica. Un metodo che, applicato alle Agenzie fiscali, ne intacca indipendenza e imparzialità.

Soprattutto ha l’effetto di indurre e perpetuare conformismo, opportunismo, inazione dei vertici. È un rischio esiziale per gli organi tecnici di questo Paese, che va rimosso al più presto”.

Commenta su Facebook