Print Friendly, PDF & Email

Entra a buon diritto nell’olimpo del poker il milanese Fabio Romer, 36 anni, vincitore dell’evento #1 del World Series of Poker Circuit Campione d’Italia da 500.000 euro garantiti che grazie alle 1.378 entries raccolte sono lievitate ad un montepremi stellare di 668.330 euro, distribuiti tra i cento giocatori che si sono qualificati alla fase finale.

Una sfida all’ultima carta dove più che la fortuna, che nel poker è solo una delle variabili in campo, a essere determinante è stato la capacità di entrare nella psicologia degli avversari e una notevole dose di sangue freddo.

Doti che di sicuro non mancano a Fabio Romer che già a ottobre dello scorso anno, sempre al Casinò Campione d’Italia, era entrato nella finale a tre di un torneo Barracudas centrando, una settimana dopo, il settimo posto all’IPO22 dei record con 3.310 entries e 310mila euro di montepremi per il vincitore.  “Volevo arrivare in finale con una mano importante – spiega il vincitore – e questa volta penso di aver giocato davvero bene. Mi sono allenato tanto e questo mi ha permesso di superare anche i primi due giorni in cui ho giocato tante partite senza avere nulla in mano. Poi nella fase finale le carte sono entrate al momento giusto”.

Romer, che nella vita di tutti i giorni fa il commerciante di abbigliamento a Milano, è riuscito a tener testa a un campione come il serbo Marko Mikovic, già vincitore di circa 500mila dollari live e dell’Ipt Nova Gorica Accumulator nel 2014. In finale se l’è dovuta vedere contro un altro italiano, il giovanissimo Andrea Galan che a soli 21 anni è considerato un astro nascente del poker. Il giovane della Valchiavenna era partito male nei primi giorni di torneo, ma poi è stato capace di un finale in crescendo, giocando testa a testa con il campione milanese. “Questo torneo mi ha insegnato tantissimo – spiega – sono migliorato strada facendo e quando è arrivato il momento di giocare la finale mi sentivo a mio agio. Mi hanno detto che visto da fuori sembravo calmo e non tradivo emozioni, evidentemente sono riuscito a mascherarle bene”.

Adesso per Fabio Romer una meritata vacanza, con i 150mila euro di montepremi vinti a Campione d’Italia, per poi tornare a concentrarsi sulle carte in vista della finale stellare che Global Casino Championship che si disputerà dal 9 all’11 agosto all’Harranh’s Cheerokee Casino in North Carolina. Romer ci andrà con al dito l’anello WSOP vinto a Campione d’Italia e soprattutto con un freeroll per il torneo a inviti da 1 milione di dollari. Si potranno consolare anche Galan  e Mikovic che se ne vanno da Campione d’Italia rispettivamente con 85mila e 60mila euro.

“Per Casinò Campione d’Italia che ormai da 80 anni è una garanzia di serietà nel gioco è stato un onore poter ospitare questo evento del WSOP – conclude l’amministratore delegato, Carlo Pagan – Un torneo avvincente capace di appassionare tanti nostri clienti appassionati di poker e della sua variante hold’em, che da noi si possono giocare tutti i giorni dell’anno in sale esclusivamente dedicate al Poker. Speriamo che l’anello WSOP vinto a Campione porti fortuna a Fabio Romer nella sua trasferta in North Carolina”.

Commenta su Facebook