La World Lottery Association (WLA), redige un report sugli sviluppi regionali e globali nella lotta contro il Coronavirus e gli effetti sui bilancio degli operatori autorizzati di lotterie scommesse.

  • I casi COVID-19 raggiungono quota 1,25 milioni e come conseguenza un terzo del pianeta si blocca
  • Operatori come Lottomatica, SELAE e ONCE sospendono tutte le vendite, così come China Sports e China Welfare riprendono le operazioni
  • Le lotterie nordamericane sospendono le operazioni VLT e chiudono i centri per il rimborso dei premi
  • Scommesse sportive sono colpite dalle decisioni su importanti eventi e competizioni tra cui la Premier League inglese, la Serie A italiana, Euro 2020 e le Olimpiadi estive 2020
  • Tutti i casinò di Las Vegas chiudono mentre i casinò di Macao riaprono con cautela
  • I principali eventi sul tappeto verde, tra cui il Kentucky Derby e il Grand National, sono stati rinviati e le corse dei cavalli vengono cancellate o spostate a porte chiuse
  • Il congresso degli Stati Uniti approva un pacchetto di aiuti da 2,2 trilioni di dollari, mentre 10 milioni di americani hanno presentato domanda di disoccupazione
  • Le previsioni sul gioco d’azzardo per il 2020 di H2 Global Gaming ora sono diminuite del 12,1% rispetto alle stime pre-epidemia.

La chiusura, senza precedenti, di attività non essenziali avviata negli ultimi 10 giorni in tutto il mondo per rallentare la pandemia di COVID-19 sta avendo un forte impatto sulle lotterie globali e sui settori delle scommesse sportive e, più in generale, sull’industria dei giochi. In breve tempo, il settore è stato colpito dal blocco per intere popolazioni, la cancellazione o il rinvio dei principali eventi sportivi e ippici e la diffusa sospensione delle vendite di lotterie e scommesse sportive e la chiusura di casinò e sale da gioco, nonché di club, ristoranti e altri luoghi che offrono VLT, apparecchi elettronici e prodotti simili.

Morgan Stanley prevede un calo del PIL americano del 30,1% nel secondo trimestre 2020, nonché un aumento del tasso di disoccupazione USA al 12,8% – proiezioni per la lotteria, lo sport le scommesse e un settore di gioco più ampio stimano una grave contrazione dell’attività legata al gioco nel corso del 2020, con le previsioni di H2 Global Gaming, in particolare ora ridotte del 12,1% rispetto alle stime pre-epidemia.

Asia Pacifico

L’Asia del Pacifico, dove ha avuto origine la pandemia COVID-19, ha avuto più successo di molte altre parti del mondo nel contenere il virus, forse grazie a precedenti esperienze con l’epidemia di SARS del 2002-2003 e l’epidemia di MERS in Corea nel 2015. In di conseguenza, le operazioni della lotteria sembrano aver avuto un impatto minore in tutta la regione rispetto ad altri luoghi, sebbene non siano ancora disponibili le cifre specifiche al di fuori della Cina.

Le lotterie cinesi continentali di China Welfare e China Sports hanno sospeso le operazioni per 49 giorni dal 22 gennaio 2020 come parte di una risposta nazionale da parte del governo cinese alla crisi del Coronavirus. La chiusura delle operazioni della lotteria in tutta la Cina continentale ha fatto sì che le vendite aggregate della lotteria di gennaio scendessero del 43,3% su base annua. Il Ministero delle finanze cinese (MoF) non ha ancora pubblicato i dati sulle vendite per febbraio, ma si prevede che arriveranno a zero.

In una rara notizia in merito alla pandemia, l’11 marzo 2020 il MoF ha emesso una direttiva che consente il ripristino ordinato delle vendite provincia per provincia. La riscossione dei premi è ancora sospesa poiché le autorità desiderano evitare il recupero di massa dei premi dai sorteggi prima della chiusura del 22 gennaio 2020. Anche le sale VLT sono ancora chiuse. Nella direttiva, il MoF ha dichiarato che potrebbero essere necessarie almeno sei settimane prima le vendite presso China Welfare riprendano i livelli post-blocco. Tuttavia, le vendite di China Sports non dovrebbero tornare ai livelli previsti a causa del rinvio del torneo di calcio UEFA Euro 2020 e di altri importanti eventi sportivi.

Grazie in parte a forti azioni preventive, tra cui le restrizioni ai viaggi e l’ormai familiare distanza sociale, la crescita esplosiva del coronavirus a Hong Kong è stata ampiamente contenuta, la regione ha registrato solo 714 casi di COVID-19 fino al 31 marzo, 2020. Le prime misure adottate nel territorio hanno permesso alle corse dei cavalli di continuare, sebbene con un programma ridotto e in condizioni a porte chiuse. Mentre le scommesse online sulle corse di cavalli presso l’HKJC sono continuate, il club ha chiuso i suoi uffici di scommesse intorno a Hong Kong e ha sospeso tutte le strutture di intrattenimento e grandi banchetti come parte di un pacchetto più ampio di misure di sicurezza da coronavirus.

La Corea del Sud ha adottato misure analoghe di rigore in tutto il paese. La strategia e posizione proattiva del paese con la sua enfasi sui test di massa e gli sforzi di track-and-trace hanno contribuito a frenare la diffusione del virus, consentendo ad alcune strutture sportive e di altro tipo di rimanere aperte. Le contromisure adottate in questi luoghi includono controlli della temperatura corporea e altri controlli dei sintomi di infezione attraverso immagini termiche e termometri senza contatto, l’uso obbligatorio di maschere per i dipendenti rivolti al cliente, disinfettante per le mani e misure igieniche simili. C’è anche una forte enfasi sulla messaggistica positiva come i consigli preventivi. Tutte le corse di cavalli in Corea del Sud sono state comunque cancellate a tempo indeterminato.

In Giappone, il più grande bookmaker del mondo, la Japan Racing Association, ha sospeso le scommesse sul campo e la partecipazione dal 29 febbraio 2020 fino a nuovo avviso. Allo stesso modo, i sorteggi della lotteria Takara-kuji si svolgono senza spettatori.

La Nuova Zelanda è stata chiusa per quattro settimane dal 23 marzo 2020 come parte di una risposta aggressiva al coronavirus. Mentre le estrazioni della lotteria in Nuova Zelanda continuano durante il blocco, i negozi fisici sono chiusi, il che significa che i biglietti della lotteria sono disponibili solo per l’acquisto online. Le scommesse sull’ippica sono state sospese in tutto il paese per tutta la durata del blocco.

In Australia, le lotterie australiane, il keno e il gigante delle corse Tabcorp rimangono uno dei pochi operatori di gioco di quel paese che sono ancora in grado di offrire servizi attraverso i suoi prodotti della lotteria – disponibili presso edicole e chioschi – e la copertura globale delle corse; le corse dei cavalli continuano in Australia a porte chiuse come parte di un soft lockdown. Il settore sta comunque adottando misure per mitigare l’impatto di COVID-19 sulle sue finanze riducendo le spese in conto capitale e incoraggiando i clienti a utilizzare alternative online ai prodotti disponibili.