Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – La National Indian Gaming Commission (NIGC) ha pubblicato i dati dell’anno fiscale 2016: i casinò indiani hanno incassato 31,2 miliardi di dollari, con un aumento complessivo delle entrate del 4,4%.
Negli anni settanta le tribù rurali hanno iniziato a offrire prodotti con cui giocare, principalmente con piccole strutture bingo, come mezzo per fornire redditi e posti di lavoro per i loro popoli e per manifestare l’autodeterminazione.

Lo stesso vale oggi: il 57% delle entrate di gioco sono generate da piccole o moderate attività di indiani che incidono con $ 25 milioni all’anno.

Per le tribù le entrate dal gioco sono diventate importanti per generare sviluppo economico e di complemento ai finanziamenti previsti nei programmi e servizi governativi federali.

I ricavi sono calcolati sulla base di 484 bilanci indipendentemente verificati, redatti da 244 tribù riconosciute federalmente in 29 Stati.

Ognuna delle regioni amministrative NIGC ha mostrato una crescita durante l’anno 2016, con i seguenti incrementi riportati:
Regione Sacramento (6.3%)
Regione Oklahoma City (5.7%)
Portland (5.1%)
Regione di Phoenix (4.4%)
Regione di Tulsa (4.0%)
Washington, DC (3.8%)
Regione di St. Paul (1,1%)

Commenta su Facebook