casino
Print Friendly, PDF & Email

CASINO – Il governo di Macao ha proposto l’introduzione di regole che vietano ai lavoratori dei casinò di giocare, anche al di fuori dell’orario di lavoro. la disposizione mira a frenare il problema del gioco d’azzardo tra i dipendenti del casinò.

Ad alcuni dipendenti non direttamente coinvolti nelle operazioni di gioco – tra cui personale di vigilanza, i lavoratori del settore alimentare e delle bevande, addetti alle pulizie – non potranno più giocare.

Il disegno di legge è stato annunciato venerdì dal Consiglio esecutivo della città – il principale organo consultivo del governo di Macao – durante una conferenza stampa.

Il disegno di legge sarà ora inviato all’assemblea legislativa per l’approvazione.

Il contributo dei clienti locali ai ricavi da gioco dei casinò di Macao è stimato dagli analisti come minimo se valutato in termini percentuali. Gli operatori di Macao hanno già dei divieti contrattuali per il proprio personale che vuole giocare nelle strutture aziendali.

Il governo di Macao propone che qualsiasi lavoratore di casinò rilevato in un casinò locale al di fuori dell’orario di lavoro sia passibile di una multa di 1.000 dollari.

I funzionari pubblici della città sono già stati banditi dal gioco nei casinò. L’eccezione è per un breve periodo durante le festività natalizie cinesi.

La nuova legge prevede che i lavoratori del casinò di Macao siano autorizzati a giocare solo nei primi tre giorni del periodo festivo del Capodanno cinese.

Il disegno di legge presentato venerdì chiarisce inoltre che le autorità locali possono sequestrare qualsiasi vincita posseduta da persone inibite ai piani di gioco – una volta individuate come persone che violano tale divieto.

Nel testo di legge il governo vieta anche l’uso di telefoni cellulari e altri dispositivi di comunicazione da parte dei giocatori nelle aree del tavolo da gioco dei casinò. Anche l’uso di dispositivi di registrazione di suoni e immagini è vietato. 

Commenta su Facebook