Tracy Damestani  ha annunciato le sue dimissioni dalla carica di vicepresidente della ECA , associazion europea dei casinò, con effetto immediato, dopo molti anni di impegno nella promozione del settore tra gli organismi di regolamentazione del Regno Unito e dell’UE

Advertisement

Tracy Damestani è stata eletta Vice-Presidente dell’Associazione nel 2015. Ha contribuito in modo sostanziale alla crescita dell’associazione, grazie alla sua esperienza pluriennale nel settore dell’associazione di giochi d’azzardo.

Durante il suo mandato, la signora Damestani ha supervisionato il gruppo di lavoro su eventi e istruzione lanciando diverse importanti iniziative. Ha promosso l’inclusione all’interno del casinò terrestre . Ha fornito diverse soluzioni per affrontare alcune delle sfide e delle opportunità per il settore. In qualità di ambasciatrice della parità di genere, ha guidato l’implementazione della Diversity and Inclusion Career Enhancement (DICE), la prima iniziativa sulla diversità di genere a promuovere non solo l’inclusione di genere, ma anche la diversità in tutte le forme. Nel definire e mantenere questa iniziativa ha lavorato a stretto contatto con il collega membro del consiglio di amministrazione dell’ECA Janny Wierda di Holland Casino. L’iniziativa è e continuerà a svolgere un ruolo importante nel sostegno continuo della ECA nel UN Global Compact

Damestani ha dichiarato: “È con estrema tristezza che presento le mie dimissioni. Ringrazio il consiglio di amministrazione, il suo presidente e tutti i nostri meravigliosi colleghi di tutto il gruppo per aver collaborato e portato avanti i nostri eccellenti progetti nei casinò terrestri; i miei più sinceri auguri per il futuro ”.

Per Jaldung, presidente della Corte, ha osservato che “All’interno della ECA,  Damestani ha sottolineato l’importanza di sostenere le donne nel settore del gioco d’azzardo prima che il termine diversità di genere diventasse mainstream. Lavorare a stretto contatto per diversi anni con la signora Damestani – su questioni relative al gioco d’azzardo responsabile, al GDPR e ad altri importanti argomenti per il nostro settore, nonché alla gestione delle organizzazioni commerciali – è stata una grande esperienza. I suoi contributi all’ECA sono molto preziosi. Ci mancherà, ma sappiamo che continuerà a essere un’ambasciatrice per l’industria dei casinò terrestri a diversi livelli. Il suo coinvolgimento avrà un impatto duraturo sull’ECA e le auguriamo tutto il meglio per i suoi sforzi futuri. L’ECA sta ora considerando diverse opzioni per mantenere una stretta relazione con l’industria dei casinò terrestri nel Regno Unito. “