Venerdì 18 marzo, alle ore 19.00, “Aspettando la Milano Sanremo” in collaborazione con la Sanremese Ciclistica 1904, Beppe Conti (nella foto) presenta i libri: “Ciclismo. Gloria e tragedie. Le imprese e i drammi di un’epopea sportiva” (Diarkos) e “Dolomiti da leggenda”, che ha ricevuto il premio “Selezione Bancarella Sport 2021” e “la menzione d’onore” al premio Casinò di Sanremo Antonio Semeria 2021. Partecipa Gianni Modena, past presidente della Sanremese ciclistica 1904. Ospite d’onore Alessandro Petacchi, vincitore della Milano Sanremo nel 2005. L’incontro è stato inserito nel programma di formazione dei docenti e dei giornalisti. Ingresso libero sino ad esaurimento dei posti disponibili con Green Pass (rafforzato) e mascherina FFp2.

Le imprese sportive e i drammi umani di indimenticabili campioni che hanno reso, e rendono, il ciclismo una grande epopea moderna, raccontate da Beppe Conti, storica firma del giornalismo sportivo italiano, che con la sua penna ci riporta allo storico Tour di Bartali nel 1948, alle doppiette di Fausto Coppi in Italia e in Francia, al “leone delle Fiandre” Fiorenzo Magni, alla grande meteora Baldini, al giovane Gimondi trionfatore al Tour al debutto. E ancora, ci lascerà emozionare davanti alle vittorie di Merckx, ai record dell’ora di Francesco Moser, al bis iridato di Bugno e alle scalate di Marco Pantani, ma anche di fronte ai drammi che hanno lasciato una loro impronta indelebile: l’assurda morte sulla bicicletta di Giulio Bartali e Serse Coppi, amati fratelli dei famosi campioni, la caduta di Rivière in un burrone nel corso del Tour, la tragica scomparsa di Simpson sul Mont Ventoux e di quella di Casartelli nella discesa dal Portet d’Aspet, fino alla misteriosa morte di Luis Ocaña.

Beppe Conti, giornalista e scrittore, esperto di ciclismo, opinionista di Rai Sport, ha lavorato per «La Gazzetta dello Sport», «Tuttosport» e «Bicisport», occupandosi anche di calcio e di sci negli anni magici di Alberto Tomba. Ha scritto numerosi libri (quello su Pantani è stato tradotto in giapponese) aggiudicandosi fra gli altri il Premio Coni per la saggistica. Tra le ultime pubblicazioni troviamo Le leggende del ciclismo. Da Gerbi a Pantani, tante grandi storie su due ruote (Diakos, 2020).

Alessandro Petacchi, oggi commentatore sportivo è stato un ciclista professionista sino al 2015. Soprannominato Ale- Jet , è uno dei migliori velocisti della sua generazione e conta, a fine 2014, 184 vittorie nelle gare del calendario ufficiale UCI (criterium escluse) tra cui una Milano-Sanremo , una Parigi -Tour e 48 tappe di grandi tour. La maggior parte delle sue vittorie sono state acquisite nelle corse a tappe dove ha applicato con successo la tecnica del “treno” sviluppata per Mario Cipollini durante gli sprint di fine tappa. Il 23 aprile 2013, decide di porre fine alla sua carriera ciclistica dopo aver conquistato 183 vittorie da professionista prima di tornare ad agosto nel team belga Omega Pharma-Quick Step per affiancare Mark Cavendish e Tom Boonen negli sprint e poi nel 2015 all’interno del team Southeast.

Martedì 22 marzo, alle ore 16.30, presso il Teatro dell’Opera del Casinò di Sanremo Carmine Abate presenta il libro “Il Cercatore di luce” (Mondadori), segnalato al Premio Strega 2022. Partecipa lo storico Matteo Moraglia.