Voto favorevole maggioritario in tutte le quattro classi e ammissione al concordato preventivo presentato dalla società di gestione del Casinò di Campione. Una notizia che filtra ancora prima della conferma ufficiale che spetta ai commissari giudiziali, ma che di fatto è confermata dal raggiungimento dei requisiti. Quelli che mancavano dieci giorni fa, quando solo due classi si erano presentate con l’esito sperato dalla società: le banche, dove il via libera ha raggiunto l’80 per cento, e l’erario. La classe dei lavoratori – dipendenti ed ex dipendenti – era ferma al 26 per cento di voti favorevoli, mentre i professionisti a circa il 10. Ora anche le altre due classi di creditori hanno raggiunto la maggioranza dei voti favorevoli, entro i 20 giorni concessi dal giudice, si è ottenuta la condizione che consente il via libera alla fissazione dell’adunanza. E’ quanto si legge su ilgiorno.it.

Il piano presentato a luglio, che è andato a integrare il precedente, si caratterizza per l’adeguamento relativo al “riallineamento dei dati numerici connessi ai costi ed ai ricavi derivanti dalla riapertura della casa da gioco, che fanno registrare molte meno presenze di giocatori, ma maggiori flussi di cassa ampiamente positivi”.

Articolo precedentePerugia, vinti 100mila euro al Gratta e Vinci
Articolo successivo“#BeActive!”: The European Lotteries e ENGSO insieme per consentire ai giovani di diventare ambasciatori dell’integrità sportiva